La quarta stagione di Westworld si mostra in un ultimo trailer esteso a pochi giorni dal debutto su HBO Max: è l'inizio della fine

E arriviamo così a un nuovo capitolo di uno dei migliori show peggio invecchiati di Casa Warner: Westworld 4 si mostra in un ultimo trailer per la serie HBO dove tutto è concesso, recitava il titolo esteso. Ultime cartucce da sparare per il materiale promozionale, con questo nuovo capitolo dello show pronto a debuttare su HBO Max il 26 giugno e prossimamente sulle piattaforme italiane di Sky e NOW. Nelle immagini ritroviamo tutti i volti vecchi e nuovi che ci hanno accompagnato fino a qui: Evan Rachel Wood, Ed Harris, Tessa Thompson, Thandiwe Newthon, Aaron Paul e Luke Hemsworth.

Ma ritroviamo anche quelle atmosfere ormai eteree che, pur costituendo un’evoluzione naturale delle premesse di sceneggiatura, hanno anche determinato il calo d’interesse più avanti si progrediva nella serie. La grande intuizione di Westworld, tratta da Il mondo dei robot (1973) di Michael Crichton, erano quelle ambientazioni a metà fra il western e la fantascienza che, soprattutto nella prima stagione, si costituivano come il più fulgido esempio di quel genere noto, appunto, come fantawestern.

Ma più si andava avanti, più le macchine acquisivano consapevolezza e pianificavano la fuga verso il mondo esterno, più quel mondo diventava poco originale e già visto per gli spettatori. Se la seconda stagione aveva mantenuto l’ambientazione nel parco a tema, svelandone anche altri d’ambientazione samurai e coloniale – pur resa forzatamente complessa da una nuova struttura non cronologica, su modello della prima ma stavolta non necessaria, voluta dal Jonathan Nolan fratello di Christopher e dalla moglie Lisa Joy – la terza si era spostata completamente nel mondo del futuro.

LEGGI ANCHE  La casa di carta 4 batte il record: è la serie più vista al mondo

Ed è quel mondo, che molti aveva deluso, a tornare protagonista in queste nuove immagini che preannunciano, però, un barlume di speranza per un ritorno a Westworld, dove tutto è concesso e dove tutto era iniziato. Oltre a un nuovo parco del tutto nuovo, a tema Roaring Twenties. Il generale calo d’ascolti aveva spinto molti a credere che, la quarta, sarebbe stata anche la stagione conclusiva della serie, anche se nei progetti di HBO si pensava a un pacchetto complessivo di sei stagioni. In questo, il cambio di dirigenza in Warner Bros. Discovery, che sta tagliando diverse teste, potrebbe staccare la spina alla ribellione della macchine.

Questo e altro su CiakClub.it

Carlo Giuliano

Carlo Giuliano

Classe ’99, studente di Filosofia presso l’Università ‘La Sapienza’. Da sempre appassionato di pop culture, di letteratura fantascientifica e distopica, di quanto la buona vecchia America ci ha regalato in fatto di musica fra gli Anni ’50 e ’70 e soprattutto di cinema in ogni sua forma, senza barriere né confini, con specifica attenzione al panorama anglosassone.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments