La showrunner Lauren Schmidt Hissric ha parlato degli sviluppi futuri di The Witcher 3, che avrà un racconto tralasciato dalla seconda stagione

Sono usciti solo da qualche giorno gli episodi della seconda stagione di The Witcher su Netflix e sono già saliti nelle classifiche dei contenuti più visti della piattaforma. Nel frattempo si inizia già a parlare del futuro. Ecco dunque che la showrunner Lauren Schmidt Hissric ha dato alcune informazioni sulla progettazione della serie e in particolare sugli sviluppi di The Witcher 3.

In una lunga intervista per Collider ecco l’autrice parlare della serie. Sappiamo infatti che la serie fantasy sarà composta da ben 7 stagioni, già confermate dalla piattaforma e circa corrispondenti ai libri della Saga di Geralt di Rivia. Ecco le parole di Schmidt Hissric:

“Adoro che le sette stagioni siano diventate il traguardo a cui puntiamo, perché penso anche di aver detto che avrei voluto realizzare 20 stagioni e sono contento che nessuno mi abbia preso in parola. Sarei morta per allora”.

“Penso che il mio obiettivo principale e il motivo per cui ho iniziato con sette stagioni è il voler rimanere fedele ai libri. Non sento il bisogno che la nostra storia vada oltre i libri. Penso che Andrzej Sapkowski, lo scrittore, avesse in mente una fine naturale. In realtà, da quando è iniziato lo show, ha pubblicato più libri, quindi dovremo vedere come proseguire”.

Tuttavia la showrunner sottolinea l’importanza di non rinchiudersi nell’idea di voler per forza adattare un libro per stagione. Se infatti la seconda stagione di The Witcher è sostanzialmente un adattamento del romanzo Il sangue degli elfi, non vi è presente una “grande storia”. Questa sarà infatti aggiunta a The Witcher 3:

“Penso di non avere fretta di superare queste storie. Facciamo circa un libro a stagione, ma ci assicuriamo anche che le storie di quel libro siano le migliori in quella stagione. Quindi a volte spostiamo un po’ di quei pezzi sulla scacchiera. C’è una grande storia de Il sangue degli elfi che racconteremo nella terza stagione, per esempio. Oppure c’era una storia breve che non potevamo inserire nella prima stagione, quindi l’abbiamo inserita nella seconda stagione. Cerchiamo di essere abbastanza flessibili su questo”.

LEGGI ANCHE  Netflix annuncia Blood Origin, la serie prequel di The Witcher

Per news e altri approfondimenti dal mondo del cinema e delle serie tv, continuate a seguirci su CiakClub.it!

Alberto Candiani

Alberto Candiani

Un veneto esportato a Bologna, con una laurea in cinema da mostrare e molta curiosità per tutto ciò che si può vedere, leggere e ascoltare.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments