Strappare lungo i bordi, la prima serie animata di Zerocalcare, ha riscosso un incredibile successo fra il pubblico di Netflix.

Strappare lungo i bordi, la serie animata Netflix creata dal celebre fumettista romano Zerocalcare, è il prodotto più visto in Italia sulla piattaforma streaming.
La serie è stata accolta positivamente dal pubblico e dalla critica e già si parla di una possibile seconda stagione. L’ipotesi potrebbe divenire realtà entro metà dicembre. Solitamente, infatti, Netflix attende almeno quattro settimane per capire l’impatto dei propri prodotti e per prendere, eventualmente, la decisione di rinnovare o no una serie.

Strappare lungo i bordi, disegnata e doppiata dallo stesso Zerocalcare (nome d’arte di Michele Rech) con la collaborazione di Valerio Mastrandrea (che presta la voce all’Armadillo), porta sul piccolo schermo i temi tipici della produzione del fumettista romano in una forma, quella del cartone animato, che ha riscosso grande successo anche fra chi non conosceva le opere precedenti di Zerocalcare.

Questa la sinossi della serie:

In un racconto costellato di flashback e aneddoti che spaziano dalla sua infanzia ai giorni nostri, Zerocalcare percorre un viaggio in treno con Sarah e Secco, gli amici di sempre, verso qualcosa di molto difficile da fare. Tutto, dai ricordi sugli anni della scuola alle lamentazioni esistenziali nei confronti della propria incompiutezza, è narrato con la voce di Zerocalcare, che doppia tutti i personaggi, tranne l’armadillo, che ha la voce di Valerio Mastandrea. È con questo stratagemma che ogni capitolo della storia sembra costruire un tassello di un mondo fatto di pochissime certezze e di amicizie incrollabili. E quando nel finale tutti i pezzi saranno al loro posto, il mosaico che avranno costruito sarà una sorpresa per lo spettatore, ma anche per il protagonista.”

LEGGI ANCHE  Zerocalcare: il geniale video animato sulla quarantena per il Coronavirus

Questo un estratto, invece, del nostro entusiastico commento alla serie (a opera di Giacomo Lenzi):

“Non un fumetto di Zerocalcare adattato in televisione ma una storia che l’autore non poteva raccontare in altro modo se non questo. Un passo in avanti per un artista ormai completo che, nonostante il cambio di medium e potenzialmente di pubblico, rimane fedele a se stesso. Un nuovo potenziale inizio per l’animazione italiana tutta.”

Per altre notizie continuate a seguirci su CiakClub.it

Arturo Garavaglia

Arturo Garavaglia

Grande appassionato di cinema orientale, apprezzo film di ogni tipo e di ogni genere, dai cult ai "mattoni" filippini. Non bisogna mai porre limiti alla propria curiosità e lasciare che i pregiudizi ci influenzino.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments