Mick Rock, fotografo ufficiale di David Bowie, ha immortalato ogni rockstar che conta: suoi gli scatti a Lou Reed e Queen che tutti conoscono

Si è spento a 72 anni, Mick Rock, fotografo, uno degli artisti più influenti della seconda metà del ‘900, autore “anonimo” di scatti immortali che avrebbero fatto la storia della musica. “È con il cuore più pesante che condividiamo la dipartita del nostro amato rinnegato psichedelico Mick Rock, che ha compiuto il viaggio junghiano dall’altra parte” – recita il necrologio sui suoi account social, che non ha rivelato però le cause della morte.

Venne definito “L’uomo che ha scattato gli Anni ’70“, ma “coloro che hanno avuto il piacere di esistere nella sua orbita, sanno che Mick è sempre stato molto di più di questo: era un poeta della fotografia, una vera forza della natura” – continua la dichiarazione. Rock ha prestato il suo occhio e la sua camera ad alcune delle star più influenti nel panorama musicale, guarda caso, del rock e dei suoi derivati. Autore di scatti immortali che hanno fatto la storia della musica, che si sono e sono rimasti impressi nella mente della sua generazione e di quelle a venire. Sicuramente vi siete imbattuti in almeno una delle sue istantanee, senza saperlo, nella vostra vita: soprattutto quelle prestate, poi come copertine, ad alcuni degli album più importanti nella storia musicale.

Alcuni scatti

Alcuni scatti

Già dalla minima selezione che abbiamo scelto, si possono intuire le proporzioni di questo gigante. Iniziò la sua carriera durante il periodo di studi a Cambridge, Inghilterra, dove documentava i concerti locali. Nel 1972 è entrato in contatto con David Bowie e ne è diventato il fotografo ufficiale per un lungo periodo: sue le foto più iconiche a personaggio di Ziggy Stardust. Successivamente produsse e diresse anche i video musicali di Space Oddity e Jean Genie.

Memorabili le sue copertine di album come Transformer di Lou Reed, Raw Power di Iggy Pop & The Stooges, Queen II della band di Freddie Mercury e I Love Rock ‘n Roll di Joan Jett. Ma in tempi più recenti ha ritratto anche artisti come Lady Gaga, Snoop Dogg, Miley Cyrus, Daft Punk e Black Keys. Per ripercorrerne tutta la carriera non basterebbero 100 mostre fotografiche: vi basti sapere questo, che oggi è morta una stella. O meglio, uno di quelli che le stelle le ha rese tali.

LEGGI ANCHE  Il Signore degli Anelli: da Chieti in cosplay per gettare l'anello nel Vesuvio

Questo e altro su CiakClub.it

Carlo Giuliano

Carlo Giuliano

Classe ’99, studente di Filosofia presso l’Università ‘La Sapienza’. Da sempre appassionato di pop culture, di letteratura fantascientifica e distopica, di quanto la buona vecchia America ci ha regalato in fatto di musica fra gli Anni ’50 e ’70 e soprattutto di cinema in ogni sua forma, senza barriere né confini, con specifica attenzione al panorama anglosassone.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments