E' stata rilasciata la locandina ufficiale di La terra dei figli, film tratto dal graphic novel di Gipi che uscirà nelle sale a luglio.

C’è grande attesa per La terra dei figli, film diretto da Claudio Cupellini che adatterà per il grande schermo l’omonimo graphic novel scritto e disegnato da Gipi, celebre fumettista italiano che ha può vantare numerosi premi e numerosi riconoscimenti nei principali premi internazionali.
Il film, che arriverà nelle sale italiane il 1 luglio, sarà interpretato da Leòn de La Vallée (rapper noto al pubblico musicale con il nome di Leon Faun), Paolo Pierobon, Valerio Mastrandrea, Valeria Golino, Fabrizio Ferracane e Maria Roveran.

La terra dei figli è stato pubblicato nel 2016 da Coconico Press e ha riscosso un grandissimo successo, aggiudicandosi il premio al miglior fumetto di fantascienza al festival fantascientifico Utopiales e il Grand prix de la critique al festival internazionale di Angoulême, due delle principali manifestazioni europee per quel che riguarda il mondo del fumetto e delle graphic novel.
Del film diretto da Claudio Cupellini abbiamo, a poche settimane dall’uscita, il poster ufficiale.

poster-la-terra-dei-figli

La terra dei figli è prodotto da Indigo Film con Rai Cinema, in coproduzione con WY Productions, e distribuito nei cinema da 01 Distribution. Il progetto è inoltre supportato da Lucca Comics and Games, che ha rilasciato sui propri profili social la locandina del film.

L’adattamento del graphic novel di Gipi è stato scritto da Filippo Gravino, Guido Iuculano e Claudio Cupellini. Il film sarà una libera riproposizione dei temi e dei personaggi contenuti in La terra dei figli.
Ecco la sinossi ufficiale del film:

LEGGI ANCHE  Gomorra 4: pronti per le riprese con l'aggiunta di un nuovo regista

“La fine della civiltà è arrivata. Non sappiamo come. Un padre e suo figlio, un ragazzino di quattordici anni, sono tra i pochi superstiti: la loro esistenza, su una palafitta in riva a un lago, è ridotta a lotta per la sopravvivenza. Non c’è più società, ogni incontro con gli altri uomini è pericoloso. In questo mondo regredito, il padre affida a un quaderno i propri pensieri, ma quelle parole per suo figlio sono segni indecifrabili. Alla morte del padre, il ragazzo decide di intraprendere un viaggio verso l’ignoto alla ricerca di qualcuno che possa svelargli il senso di quelle pagine misteriose. Solo così potrà forse scoprire i veri sentimenti del padre e un passato che non conosce.”

Per altre notizie continua a seguirci su CiakClub.it

Arturo Garavaglia

Arturo Garavaglia

Grande appassionato di cinema orientale, apprezzo film di ogni tipo e di ogni genere, dai cult ai "mattoni" filippini. Non bisogna mai porre limiti alla propria curiosità e lasciare che i pregiudizi ci influenzino.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments