Seth Rogen, nel suo libro da poco uscito, ha raccontato un divertente aneddoto legato al suo incontro con l'attore Nicolas Cage

Yearbook è l’autobiografia di Seth Rogen, nella quale ha raccontato un divertente aneddoto circa l’incontro con Nicolas Cage durante il provino di un film:

“All’inizio disse “Voglio tatuarmi dei capelli in testa. Sarò calvo con i capelli tatuati in testa. E voglio delle labbra carnose come Edward G. Robinson” e noi… okay… cercavamo di capire dove andasse a parare. Poi qualche giorno dopo arrivò una telefonato, in cui disse: “Non voglio fare quella cosa dei capelli tatuati per il film perché forse voglio farlo nella vita reale”. Io mi sono messo a ridere istericamente e poi mi sono fermato perché mi sono reso conto che non stava scherzando”.

Poi però l’attore racconta che Nicolas Cage:

“Ce lo presentò come un tizio giamaicano bianco, e questo ci mise in allarme. Non che sia una cosa brutta in sé un giamaicano bianco, ma con l’accento e tutto il resto sarebbe stato un bel problema.”

Infine Seth Rogen racconta che dopo l’interpretazione di James Franco in Springbreakers Nicolas Cage lo chiamò:

“Rispondo e subito mi fa: “Hai parlato con Franco dell’incontro che abbiamo avuto? Del giamaicano?” e io “No, assolutamente no! Credo si sia ispirato ad un rapper della Florida”. Ma lui non ci credeva, era chiaro. Era sospettoso, a dir poco.”

Seth RogenRogen ha poi concluso dicendo:

LEGGI ANCHE  Kevin Feige apre alla possibilità di vedere personaggi LGBTQ+ alla MCU

“Lavorerei subito senza neanche pensarci con Nicolas Cage. Sinceramente non sarei sorpreso se lui non volesse lavorare con me dopo l’uscita del libro, ma non mi sorprenderei neanche se volesse farlo”.

E voi, cosa ne pensate delle parole di Seth Rogen, è sincero nell’affermare di non aver parlato con James Franco circa il ruolo pensato da Nicolas Cage?
Vi è piaciuto questo articolo?
Fatecelo sapere nei commenti. Per questa ed altre news e per rimanere sempre aggiornati sul mondo del cinema attraverso focus, classifiche e recensioni, veniteci a trovare sul nostro sito: Ciakclub.
Tommaso Serena

Tommaso Serena

Cinematograficamente onnivoro, sono cresciuto tra l'autorialità dei fratelli Coen ed i fagioli western di Bud Spencer e Terence Hill. Sogno di sceneggiare un film in cui Trinità e Bambino prendono a sberloni i responsabili del furto del proprio tappeto che "dava un tono all'ambiente".

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments