Oggi cerchiamo di capire come stia procedendo la carriera della celebre attrice Megan Fox, fino a qualche anno fa protagonista dei red carpet

Premessa doverosa: in un periodo in cui si presta (e per fortuna) grande attenzione a tematiche legate al sessismo o all’oggettificazione sessuale non è in alcun modo nostro intento oggettificare Megan Fox in questo articolo, quanto più che altro attribuire anche all’avvenente aspetto dell’attrice parte del merito nella scalata al successo che l’ha portata per una decade ad essere una delle star più celebrate su tabloid, red carpet e copertine.

Anno 2001: il sole delle Bahamas fa da sfondo all’esordio di una giovanissima Megan Fox nei panni di Brianna Wallace, perfida antagonista delle teen idol del tempo, le gemelle Olsen, nel film Holiday in the Sun (Due gemelle alle Bahamas).

Non molti avranno visto quella pellicola, tra quel ristretto gruppo però era presente Michael Bay, che avrebbe di lì a poco girato Bad Boys 2.

Nel poliziesco con Will Smith e Jennifer Lawrence l’attrice di Oak Ridge compare solo in un brevissimo cameo (sul quale peraltro si sono spese parecchie chiacchiere). 

LEGGI ANCHE  Megan Fox difende Michael Bay: "Mai stata molestata"

Michael Bay ha però grandi progetti in serbo per lei e, tre anni più tardi, le offrirà il ruolo di Mikhaela Banes nella fortunata saga Transformers.

Questo film rappresenta il palcoscenico ideale per mettere in scena una bellezza fuori dal comune: il video dell’attrice che alza il cofano della macchina e controlla il motore è, quantomeno a livello di visualizzazioni, paragonabile all’accavallamento di gambe di Sharon Stone in Basic Instict.

 

Megan Fox possiede una di quelle bellezze che bucano lo schermo e lo si vede al meglio nell’agitazione che Shia LaBeouf mostra nel video.

Da questa pellicola in poi l’attrice inizia a lavorare e ad essere estremamente richiesta: film, serie tv, talk show e programmi televisivi.

C’è una vera e propria ossessione intorno alla sua persona anche perché, a differenza di altri personaggi dello star system, lei non ama le luci della ribalta, o almeno così lascia credere.

Questo suo atteggiamento, spesso sfuggente e atto preservare la propria sfera privata da gossip e paparazzi, la rende ancora più inaccessibile e, di conseguenza, desiderata.

Come però spesso capita parte della fama può derivare da un meme, e quello che riguarda Megan Fox è divenuto talmente popolare da arrivare ad una vera e propria caccia all’uomo misterioso nella foto, ignorato nel tentativo di regalare una rosa all’attrice.

Megan Fox

Anche le pubblicità sono state parte del suo successo durante questa decade d’oro, ne è un esempio la famosa commercial di Armani, nella quale l’attrice si infila un paio di Jeans del famoso brand italiano:

 

Dopo le partecipazioni ai sequel di Transformers, decisamente meno fortunate della prima, arriva quindi il momento per l’attrice di legare a propria immagine ad un altro franchise, e avviene nel 2014 con Tartarughe Ninja, con tanto di sequel due anni più tardi.

Inutile dire che l’adattamento cinematografico delle quattro tartarughe non ottiene i risultati sperati, tramutandosi in un sonoro flop al botteghino, che però continua ad accrescere a sua fama, seppur forse pregiudicandone le proposte lavorative future.

L’ultimo considerevole ruolo dell’attrice è stato quello nella fortunata sitcom New Girl, la quale avrebbe dovuto vivacizzare uno show che stava perdendo la sua iniziale verve.

Insomma non esiste aspetto mainstream che non sia stato invaso dalla fama dell’attrice.

Non è dato sapere con precisione quali siano stati i motivi, eppure improvvisamente Megan Fox è sparita dai radar.

Questo porta a riflettere e a considerare come il limite della sua carriera possa essere  stato quello di legarsi pericolosamente a ruoli decisamente piatti, cuciti su misura per far monetizzare al massimo un franchise, nello specifico Transformers.

Non è un mistero che in grandi produzioni l’avvenenza e l’aspetto siano componenti spesso cruciali nella scelta di un attore ma, se tale opportunità viene colta per ottenere la visibilità necessaria ad aggiudicarsi ruoli di maggior qualità, ben venga.

Nulla in contrario verso coloro che scelgono di spremere a fondo e legarsi indissolubilmente ad un franchise, ma la propria carriera potrebbe farne le spese.

Dopo New Girl e il sequel di Tartarughe Ninja infatti l’attrice ha scelto ruoli di più basso profilo, non è dato sapere se per scelta, andando controcorrente rispetto all’inizio della propria carriera, o per mancanza di opportunità più allettanti.

Zeroville, progetto procrastinato all’inverosimile con James Franco e Seth Rogen, Think like a Dog di Gil Junger e il curioso Rogue di Michael J. Bassett, nel quale l’attrice interpreta un soldato mercenario che guida una squadra in un proibitivo recupero.

Resta da vedere in futuro che cosa sceglierà di fare l’attrice di Oak Ridge, per ora sappiamo solo che quest’anno è prevista l’uscita di Midnight in the Switchgrass, thriller che racconta la storia del più tristemente celebre serial killer texano, nel quale Megan Fox reciterà a fianco del compagno Machine Gun Kelly.

E voi, cosa ne pensate di Megan Fox?
Vi è piaciuto questo articolo?
Fatecelo sapere nei commenti. Per questa ed altre news e per rimanere sempre aggiornati sul mondo del cinema attraverso focus, classifiche e recensioni, veniteci a trovare sul nostro sito: Ciakclub.
Tommaso Serena

Tommaso Serena

Cinematograficamente onnivoro, sono cresciuto tra l'autorialità dei fratelli Coen ed i fagioli western di Bud Spencer e Terence Hill. Sogno di sceneggiare un film in cui Trinità e Bambino prendono a sberloni i responsabili del furto del proprio tappeto che "dava un tono all'ambiente".

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments