Il regista newyorkese Woody Allen ha voluto specificare come il doppiaggio di Oreste Lionello lo abbia aiutato non poco in Italia

Si sente spesso dire che “i doppiatori italiani sono i migliori al mondo” e spesso ormai tale affermazione viene percepita come un luogo comune. Questo non è il caso di alcuni attori americani, come ad esempio Woody Allen che, negli anni, ha potuto beneficiare di un eccellente doppiaggio ad opera del grande Oreste Lionello. L’attore scomparso nel 2009 è stato sostituito nel difficile incarico da Leo Gullotta.

Ospite da Fazio a Che tempo che fa Woody Allen ha tributato un grande omaggio al suo compianto doppiatore affermando:

Oreste Lionello, colui che è stato la mia voce nei film italiani, che mi ha doppiato, era un attore meraviglioso, davvero, mi ha fatto sembrare meglio di quanto io sia”.

Woody Allen ha poi spiegato il successo ottenuto negli anni in Italia, talvolta superiore persino a quello negli Stati Uniti:

In effetti tutti mi chiedevano ‘ma come mai i tuoi film vanno così bene in certi Paesi a volte ancora meglio che negli Stati UnitiÉ perché probabilmente hanno guadagnato grazie alla traduzione. Nella maggior parte dei casi, qualcosa va perso, ma non in questo caso. In Italia, visto che ne parliamo, Oreste Lionello mi ha fatto diventare un eroe. Mi ha reso divertente, mi ha reso un migliore attore. Gli sono molto grato

Per tutti i fan dell’attore e regista newyorkese ricordiamo in breve la trama di Rifkin’s Festival, da qualche giorno nei cinema:

Una coppia statunitense si reca in Spagna per partecipare al Festival internazionale del cinema di San Sebastián. I due si innamorano però di altre persone: lui di una dottoressa spagnola più giovane e lei di un affascinante regista francese.

LEGGI ANCHE  Rifkin's Festival: il nuovo film di Woody Allen arriva in sala dal 6 maggio

E voi, cosa ne pensate delle parole di Woody Allen?

Vi è piaciuto questo articolo?

Fatecelo sapere nei commenti. Per questa ed altre news e per rimanere sempre aggiornati sul mondo del cinema attraverso focus, classifiche e recensioni, veniteci a trovare sul nostro sito: Ciakclub.

Tommaso Serena

Tommaso Serena

Cinematograficamente onnivoro, sono cresciuto tra l'autorialità dei fratelli Coen ed i fagioli western di Bud Spencer e Terence Hill. Sogno di sceneggiare un film in cui Trinità e Bambino prendono a sberloni i responsabili del furto del proprio tappeto che "dava un tono all'ambiente".

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments