Nomadland di Chloé Zhao continua a dominare il Box Office italiano. Apre con quasi 100.000 euro di incassi Rifkin's Festival di Woody Allen.

A due settimane dalla riapertura delle sale cinematografiche nelle zone gialle i dati che pervengono da Cinetel continuano a essere promettenti, nonostante un relativo calo degli spettatori per i singoli film.
A dominare il Box Office è ancora, come da ogni pronostico, Nomadland di Chloé Zhao. Il film con Frances McDormand vincitore di tre premi Oscar continua a registrare numeri “da record” per il periodo che stiamo vivendo: sono infatti quasi 54.000 gli spettatori che hanno visto il film in sala nell’ultima settimana, spettatori che hanno fruttato al film un incasso di 344.673 euro.

Secondo per incassi è invece Rifkin’s Festival di Woody Allen. Il film, uscito il 6 maggio, è riuscito in soli 3 giorni a incassare 98.342 euro e ad avere 14.686 spettatori in sala.
Si tratta di un esordio notevole considerando che il film con Christoph Waltz, Louis Garrel, Elena Anaya, Sergi Lòpez e Gina Gershon è in sala da pochissimo tempo e ha incassato il doppio di Minari di Lee Isaac Chung.
Il film del regista statunitense di origine sud-coreana con Steven Yeun ha infatti incassato circa 50.000 euro e, al momento, fatica veramente a decollare al botteghino nonostante sia al terzo posto nella lista del Box Office Italiano.

Primo-piano-di-Steven-Yeun

Steven Yeun in Minari

Continua a riscuotere un ottimo successo In The Mood For Love: Il film di Wong Kar-wai del 2000 restaurato dalla Cineteca di Bologna è stato reso disponibile in un numero più ampio di sale rispetto alla scorsa settimana e ha registrato ancora incassi notevoli. Il film ha infatti segnalato quasi 7.000 presenze e ha incassato 43.961 euro, una cifra notevole se si considera che il film continua a non essere disponibile in tutte le sale cinematografiche che hanno riaperto i battenti e che si tratta del ritorno sui grandi schermi di un film che ha più di 20 anni.

LEGGI ANCHE  La Fox acquista i diritti di Turtles all the way down di John Green

Primo film italiano presente nella classifica del Box Office settimanale è, come la scorsa settimana, Est – Dittatura Last Minute di Antonio Pisu. Il film ha incassato 13.981 euro.
Esordio sotto le aspettative è stato invece quello di Sesso sfortunato o follie porno (Bad Luck Banging or Loony Porn): il film di Radu Jude, Orso d’oro a Berlino, ha incassato solamente 7.156 euro, cifra che può trovare spiegazione nel suo essere vietato ai minori di 18 anni e nella per ora scarsa distribuzione che il film rumeno ha avuto.

Questa e altre notizie su CiakClub.it

Arturo Garavaglia

Arturo Garavaglia

Grande appassionato di cinema orientale, apprezzo film di ogni tipo e di ogni genere, dai cult ai "mattoni" filippini. Non bisogna mai porre limiti alla propria curiosità e lasciare che i pregiudizi ci influenzino.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments