Martin Scorsese e Paul Schrader stanno lavorando a una serie ispirata agli Atti degli Apostoli e ai vangeli apocrifi.

Il sodalizio fra Martin Scorsese e Paul Schrader ha prodotto capolavori come Taxi Driver, Toro Scatenato e L’ultima tentazione di Cristo. Proprio di Cristo parlerà il nuovo progetto che i due registi americani hanno in mente: una serie sul cristianesimo delle origini.
Ad annunciare l’avvio del progetto è stato Paul Schrader che, in un’intervista al The New Yorker, ha così dichiarato:

“Io e Scorsese stiamo lavorando a qualcosa per il mercato dello streaming. Si tratta di una serie di tre anni che tratterà delle origini del Cristianesimo.
Sarà una serie basata sugli Atti degli Apostoli e sui vangeli Apocrifi. Si intitolerà “The Apostles and the Apochrypha“. Tutti conoscono il Nuovo Testamento, ma pochi hanno mai letto e sanno cosa c’è contenuto nei vangeli apocrifi. E non molti sanno che nel I secolo d.C non c’era ancora il Nuovo Testamento canonico, ma c’erano tutta una serie di storie, alcune vere, altre falsificate con molta fantasia…
La serie sarà “drammatizzata” come L’ultima tentazione di Cristo.”

Primo piano di Paul Schrader che si tocca gli occhiali

Paul Schrader

Paul Schrader è un regista e sceneggiatore che non è nuovo a trattare temi religiosi. First Reformed, suo ultimo film con protagonista Ethan Hawke, ha come protagonista un pastore protestante che vede la sua fede a rischio e capisce le ipocrisie della religione a cui ha affidato la propria esistenza e la vita del figlio.
Il regista americano ha inoltre potuto contare dell’aiuto dell’amico e collega Martin Scorsese per portare a termine le riprese del suo nuovo film, The Card Counter:

“Ho potuto mostrare virtualmente il film ad alcune persone che rispetto, tra cui Scorsese che è produttore esecutivo, Kent Jones e altri amici. E ho poi chiesto a tutti loro ‘Ho ancora quattro scene da girare. Posso riscriverle. Cosa mi manca? Cosa devo aggiungere? Come dovrei scriverle?
Martin Scorsese mi ha dato un buon feedback.
Non me ne sarei accorto se non lo avessi fatto prima. Me ne sarei accorto solo dopo aver girato le scene. E avrei camminato per la stanza prendendomi a calci nel culo, dicendo: “Vorrei avere l’opportunità di girare di nuovo alcune scene.”

Questa e altre notizie su CiakClub.it

LEGGI ANCHE  Gabriele Mainetti: a febbraio le riprese del nuovo film

 

Arturo Garavaglia

Arturo Garavaglia

Grande appassionato di cinema orientale, apprezzo film di ogni tipo e di ogni genere, dai cult ai "mattoni" filippini. Non bisogna mai porre limiti alla propria curiosità e lasciare che i pregiudizi ci influenzino.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments