L'attore ed ex wrestler Dave Bautista ha parlato di come tenga al suo personaggio, Drax il Distruttore, e di Josh Brolin

Dave Bautista si è ormai perfettamente ambientato nei panni dell’attore e il ruolo di Drax il Distruttore lo ha consacrato al grande pubblico.

L’attore ha dichiarato riguardo all’uccisione di Thanos:

“Non c’è un solo personaggio nell’Universo Marvel che non avrebbe voluto uccidere Thanos. Drax ovviamente era uno di questi, perciò sono rimasto giusto un po’ deluso che non l’abbia fatto, visto che prendo la sua storia molto sul personale. Ma alla fine ogni personaggio voleva mettere le mani su Thanos. Approfitto per dire che adoro da morire Josh Brolin, è una delle persone che preferisco in assoluto ed è uno dei miei attori preferiti. Lo adoro. È un attore davvero in gamba e a volte viene sottovalutato fin troppo.”

Dave BautistaDave Bautista ha poi raccontato un divertente aneddoto circa un personaggio che gli piacerebbe interpretare in futuro:

“Se dovessi interpretare un altro personaggio dei fumetti sarebbe Bane. Non ho mai nascosto la cosa. Amerei davvero interpretare Bane. Lo voglio così tanto che sono davvero andato alla Warner, avevo un appuntamento con loro e con quelli della DC, sono entrato nella sala riunioni e ho detto Voglio interpretare Bane. Non è uno scherzo. Li ho colti alla sprovvista “Whoa! Non stiamo neanche facendo i casting per quel personaggio”. Al che ho detto loro “Non m’importa, ma sarò io a interpretarlo.”

LEGGI ANCHE  The Batman: e se Dave Bautista fosse il nuovo Bane?

L’attore ex wrestler ha concluso parlando di James Gunn:

“James è un maniaco del controllo. L’hai mai incontrato? È davvero un maniaco del controllo… cosa che mi va benissimo perché è un regista grandioso. È un filmmaker brillante e un eccellente racconta storie. E a me va benissimo riporre la mia totale fiducia in persone come lui. Zack tende a darti più libertà e flessibilità. E riesci sempre a capire anche da come grida “Taglia” se è contento per qualcosa che ha girato, lo puoi vedere in maniera manifesta. Non svela troppe emozioni, ma ti guarda in una certa maniera e scuote la testa in un modo tale che puoi capire che è davvero felice di qualcosa. Ogni tanto, quando mi capita di essere consapevole che qualcosa non va o insicuro della mia performance, vado da lui e gli domando “Cosa ne pensi? Devo aggiustare qualcosa” e lui “No, è perfetta”.”

Seguiteci su Ciakclub.

Tommaso Serena

Tommaso Serena

Cinematograficamente onnivoro, sono cresciuto tra l'autorialità dei fratelli Coen ed i fagioli western di Bud Spencer e Terence Hill. Sogno di sceneggiare un film in cui Trinità e Bambino prendono a sberloni i responsabili del furto del proprio tappeto che "dava un tono all'ambiente".

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments