A quanto pare le riprese di Guardiani della Galassia Vol.3 si svolgeranno in Inghilterra, manca quindi sempre meno ad una nuova avventura

Murphy’s Multiverse ne è sicuro: Guardiani della Galassia vol. 3 sarà girato in Inghilterra, almeno in parte.

Il sito è noto per le news sul Marvel Cinematic Universe, riporta che la saga tornerà a Londra, proprio perché già Guardiani della Galassia Vol.1 è stato ambientato lì.

Il secondo si era poi trasferito ad Atlanta, città centrale per la produzione Marvel.

Probabilmente a causa delle normative sanitarie legate all’emergenza Covid-19 la Marvel ha, nell’ultimo anno, diversificato i luoghi designati per le riprese, onde evitare che più troupe si assembrassero nella stessa città.

A Londra, attualmente, è previsto solo il sequel di Doctor Strange, in lavorazione.

Ecco il trailer di Guardiani della Galassia Vol.2:

Per chi se lo fosse perso, ecco la trama di Guardiani delle Galassia Vol. 2:

Dopo aver salvato Xandar dalla distruzione, i Guardiani della Galassia sono stati investiti di tale titolo. Durante una missione vengono salvati quando ormai tutto sembra perduto, i droni vengono distrutti da una figura misteriosa sotto lo sguardo dei Guardiani che si schiantano su un pianeta vicino. Lì, il salvatore si rivela essere il padre di Quill, Ego, e invita il figlio, Gamora e Drax sul suo pianeta natale, mentre Rocket e Groot rimangono sul pianeta per riparare la nave e controllare Nebula. Nel frattempo, Ayesha assume Yondu Udonta e il suo equipaggio per catturare gli eroi di Xandar. Il leader dei Ravagers trova e cattura i due rimasti sul pianeta, tuttavia le sue intenzioni non sono di consegnarli alla regina, scatenando un ammutinamento del suo equipaggio, che porta al suo imprigionamento e a quello di Groot e Rocket.
In un’altra parte della galassia, la restante parte dei Guardiani giunge nel pianeta di Ego. L’uomo rivela di essere un “Celestiale”, un essere simile a un dio capace di manipolare la materia intorno alla sua coscienza dando vita al pianeta stesso.

Seguiteci su Ciakclub.

Tommaso Serena

Tommaso Serena

Cinematograficamente onnivoro, sono cresciuto tra l'autorialità dei fratelli Coen ed i fagioli western di Bud Spencer e Terence Hill. Sogno di sceneggiare un film in cui Trinità e Bambino prendono a sberloni i responsabili del furto del proprio tappeto che "dava un tono all'ambiente".

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments