La giovane attrice Dafne Keen si scaglia contro i personaggi femminili dei grandi Classici Disney, a suo avviso un modello poco valido

Dafne Keen, giovane attrice celebre per aver interpretato Laura Kinney / X-23 in Logan, terzo e ultimo capitolo Marvel della saga su Wolverine diretto da James Mangold, ha riservato parole dure nei confronti dei grandi Classici Disney.

Ella sostiene che questi ultimi passino spesso per grandi film, laddove invece promuovono personaggi femminili monodimensionali e ben poco elaborati.

Tali personaggi non possono essere quindi validi come modelli per le spettatrici donne. Ecco le sue parole:

“I film Disney, se li riguardi adesso, ti accorgi che erano estremamente inadatti per delle ragazze, anche quelli che non sono poi così vecchi. E sono pericolosi perché non riesci a individuare esattamente cosa c’è di sbagliato” “Credo che abbiano ancora tanta strada da fare”.

Qui sotto un’immagine di Dafne Keen nei panni di Laura Kinney in Logan.

Dafne Kean arrabbiataLa giovane attrice è poi passata all’argomento Marvel, soffermandosi su Mystica, personaggio interpretato prima da Rebecca Romijn e poi da Jennifer Lawrence, quest’ultimo in particolare:

Lo porto nel cuore, anche se diverse eroine dei film d’azione continuano a contribuire al mondo sessista in cui viviamo.”

Insomma parole dure quelle della talentuosa attrice, che dimostrano la volontà di impegnarsi in una battaglia combattuta da anni ormai dalla più parte delle attrici di Hollywood.

LEGGI ANCHE  Star Wars: Gli ultimi Jedi - da oggi al cinema

Per chi se lo fosse perso, ecco la trama di Logan:

Da ormai molto tempo il gruppo degli X-Men, i mutanti che combattevano il male, si è sciolto e per l’opinione pubblica i supereroi sono ormai un ricordo sbiadito. Logan stesso, conosciuto come Wolverine, ha cambiato vita e accudisce uno stanco e malato Xavier, sofferente di Alzheimer. Quando sulla sua strada incrocia la giovanissima Laura, una ragazzina dotata di incredibili poteri, Logan dovrà tornare a sfoderare gli artigli di adamantio per proteggerla e ritrovare al contempo se stesso.

Per questa ed altre interessanti news, venite a trovarci su Ciakclub.

 

Tommaso Serena

Tommaso Serena

Cinematograficamente onnivoro, sono cresciuto tra l'autorialità dei fratelli Coen ed i fagioli western di Bud Spencer e Terence Hill. Sogno di sceneggiare un film in cui Trinità e Bambino prendono a sberloni i responsabili del furto del proprio tappeto che "dava un tono all'ambiente".

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments