Utopia, serie tv ideata da Gillian Flynn e con John Cusak, non è stata rinnovata dalla piattaforma Amazon per la seconda stagione

La notizia è di poco fa: Amazon ha cancellato la serie tv Utopia dopo una sola stagione: decisive le critiche negative che, unite agli ascolti non certo all’altezza delle aspettative, hanno portato alla drastica decisione di non programmare la seconda stagione.

Il 25 settembre Utopia, remake della celebre serie omonima britannica ideata da Dennis Kelly, con Nathan Stewart-Jarrett, ha esordito sulla celebre piattaforma ma, a quanto pare, non è riuscita a convincere i dirigenti dell’azienda di Jeff Bezos a rinnovarla.

Questo, per chi se lo fosse perso, è il trailer della sfortunata serie:

Nella serie, composta da otto episodi, si parla di cinque ragazzi, fan di un fumetto che, solo in apparenza, si basa su fatti inventati e che porta il nome di Utopia. La passione per tale fumetto consente ai protagonisti di rintracciarsi online e di conoscersi. Insieme però iniziano una minuziosa ricerca dei significati nascosti tra le pagine di Utopia. Tale ricerca fa in modo che i ragazzi scoprano una pericolosissima minaccia e, anche grazie all’aiuto di Jessica Hyde, protagonista del fumetto, tenteranno di sventarla.

Tra i personaggi del cast spicca John Cusack (Un compleanno da ricordare, Stand By Me – Ricordo di un’estate), che interpreta il Dottor Kevin Christie, un uomo dalla mente brillante che vuole cambiare il mondo positivamente sfruttando la scienza.

LEGGI ANCHE  Catalogo Netflix, tutte le nuove uscite di Febbraio 2020

Ricordiamo, a tal proposito, le dichiarazioni curiose che Sasha Lane, interprete di Jessica Hyde, aveva rilasciato circa le riprese della serie:

Li minacciavo ogni mattina e li evitavo durante l’ora di pranzo, mantenevo questo rapporto in modo naturale! In realtà sono già una persona un po’ strana e solitaria, c’era in partenza quell’atmosfera che non portava alla voglia di venire ad abbracciarmi anche se Ashleigh LaThrop, che interpreta Becky, ci provava lo stesso per mettermi un po’ a disagio. Abbiamo mantenuto le nostre energie “naturali”: Desmin Borges ci faceva ridere, Dan Byrd era un po’ strano lì in un angolo…”

Per questa ed altre interessanti news, venite a trovarci sul nostro sito: Ciakclub.

Tommaso Serena

Tommaso Serena

Cinematograficamente onnivoro, sono cresciuto tra l'autorialità dei fratelli Coen ed i fagioli western di Bud Spencer e Terence Hill. Sogno di sceneggiare un film in cui Trinità e Bambino prendono a sberloni i responsabili del furto del proprio tappeto che "dava un tono all'ambiente".

Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Jhonny
Jhonny
21 giorni fa

Dateci la seconda serie!!!