C’è grande attesa per Mank, il film che segna il ritorno alla regia di David Fincher dopo un’assenza da produzioni cinematografiche durata 6 anni.
Il regista, forte del successo della serie Mindhunter, racconterà con Mank la storia di Herman J. Mankiewicz, sceneggiatore di Quarto potere.
Intervistato dal New York Magazine David Fincher ha descritto come si è approcciato alla realizzazione del film che sarà ambientato negli anni ’40 e che presenterà una fotografia in bianco e nero.

“Ren Klyce, che è il sound designer, e io abbiamo cominciato a parlare anni fa di come volevamo che il film sembrasse un ritrovamento dagli archivi della UCLA o dalla cantina di Martin Scorsese.”

Tutto in Mank avrà un sapore vintage, persino il suono, che sarà reso simile a quello delle pellicole degli anni ’30 e ’40.

La musica è stata registrata con vecchi microfoni e così si sente una sorta di sfrigolio e sibilo. Si percepisce negli archi, ma lo abbiamo ottenuto principalmente con gli ottoni. Quello che sentite è un revival, un vecchio cinema in cui si proietta un film. Abbiamo fatto saltare la colonna sonora come quando si cambia bobina.”

In merito alle reazioni avute da chi ha visto il film in anteprima, David Fincher si è invece così espresso:

Mi dicono che il film sia caldo e avvolgente. Per me è ok, perché lo intendo come vecchio e analogico. Abbiamo sforato di tre settimane la produzione per arrivare a questo risultato, anche nell’aspetto visivo, ottenuto girando tutto ad altissima risoluzione e poi degradando in post il materiale, cercando di abbinarlo all’aspetto dell’epoca. Probabilmente abbiamo perso circa due terzi della risoluzione per ottenere quella sensazione, e poi abbiamo aggiunto graffi, escoriazioni della pellicola, bruciature di sigaretta.”

Mank è un film che David Fincher vuole realizzare dal lontano 2003. Il regista ha lavorato su una sceneggiatura scritta direttamente dal suo defunto padre, Jack Fincher.
Protagonista della pellicola sarà Gary Oldman. A fianco dell’attore britannico, troveremo anche Amanda SeyfriedTom Pelphrey, Lily Collins, Tuppence Middleton, Charles Dance, e Tom Burke che interpreterà il regista Orson Welles.
Il film arriverà su Netflix il 4 dicembre.

LEGGI ANCHE  Avengers: Endgame, Robert Downey Jr. commenta la scena finale di Infinity War durante un evento promozionale

Questa e altre notizie su CiakClub.it

 

Arturo Garavaglia

Arturo Garavaglia

Grande appassionato di cinema orientale, apprezzo film di ogni tipo e di ogni genere, dai cult ai "mattoni" filippini. Non bisogna mai porre limiti alla propria curiosità e lasciare che i pregiudizi ci influenzino.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments