Ben Affleck sul futuro del cinema: “Ci saranno sempre meno film nelle sale”

Ben Affleck parla del futuro del cinema dopo la pandemia: secondo l'attore i film nelle sale saranno sempre meno, mentre aumenteranno quelli on demand.

0
339

Il futuro del cinema è uno dei grandi quesiti nati dalla pandemia. Cosa cambierà d’ora in poi nell’industria cinematografica? Ne ha parlato anche Ben Affleck: l’attore e regista ritiene che in futuro saranno privilegiati i film distribuiti sulle piattaforme streaming, mentre saranno meno i film ad uscire nelle sale cinematografiche.

“Non so come sarà la realtà post-covid, o come sarà il business cinematografico.” dichiara Affleck “Quello che credo sia già accaduto è che la gente si è abituata in questo periodo a guardare i film a casa. Ha fatto bene a Tornare a Vincere, sicuramente. Era appena uscito, quindi penso che la possibilità di vedere un film nuovo a casa abbia fatto venire voglia a più spettatori rispetto ad andare al cinema e pagare per vedere un film triste su un alcolizzato che cerca di superare la morte del figlio. La gente si è abituata allo streaming e guarda cinema a casa come mai prima, il che ha probabilmente accelerato un trend che si stava già verificando.”

affleck

Ben Affleck parla anche sulla base della sua esperienza personale di attore e regista. Pensando ai suoi stessi film ha infatti aggiunto: “Credo che dopo il covid, film come The Town, o Argo, o tutti i film che ho fatto, finirebbero per essere distribuiti in streaming. Ci saranno forse 20 o 25 film all’anno distribuiti nelle sale, tutti legati a grandi IP, che siano tipo Disney, che fa Aladdin, o Star Wars, o Avengers, qualcosa che se va male ti frutta mezzo miliardo di dollari. E credo che sarà molto più difficile per i film drammatici o quelli a medio budget ottenere una distribuzione cinematografica. Oppure vedremo i film più grandi avere un’enorme distribuzione, e quelli piccoli fare delle piccole release in alcuni cinema, ed uscire prevalentemente in streaming. Che sia meglio o peggio ognuno può trarre le sue conclusioni, ma se dovessi tirare a indovinare, credo che sarebbe questa la mia ipotesi sulla direzione del business cinematografico, basandomi su quello che vedo e sulle esperienze che ho avuto cercando di fare film.”

Questo e molto altro su CiakClub.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here