Alfonso Cuaròn: “Nuove regole agli Oscar? L’inclusione dovrebbe essere naturale”

Alfonso Cuaròn esprime il suo parere sulle nuove regole dei Premi Oscar per migliorare l'inclusione. Per il regista dovrebbe essere un processo naturale.

0
169
Alfonso Cuaron poses for a portrait at the 91st Academy Awards Nominees Luncheon at The Beverly Hilton Hotel on Monday, Feb. 4, 2019, in Beverly Hills, Calif. (Photo by Chris Pizzello/Invision/AP)

Hanno fatto molto discutere le nuove regole proposte per le prossime edizioni degli Oscar, volte a promuovere l’inclusione e la diversità nelle pellicole candidate a Miglior Film dall’Academy. Ha detto la sua anche Alfonso Cuaròn, che ha sentimenti contrastanti: per lui l’inclusione dovrebbe essere un processo naturale, non forzato.

Il regista Messicano è stato ospite durante il Toronto Film Festival nel ruolo di produttore esecutivo di The Disciple, il nuovo film del 33enne indiano Chaitanya Tamnahne. In questa occasione, Alfonso Cuaròn ha dichiarato: “Tutti stiamo cercando di trovare modi per includere la diversità nel cinema. La cosa strana è che non sta avvenendo in modo naturale. Tutti dobbiamo rispondere a pressioni esterne. Pensare che per avere l’inclusione servano regole e imposizioni, quando questo dovrebbe essere un processo naturale nell’evoluzione della società, è una delusione. Purtroppo per adesso questa evoluzione non si sta verificando.”

alfonso cuaròn

Cuaròn dunque sostiene l’importanza della diversità nella rappresentazione cinematografica: anche per questo ha deciso di produrre e sostenere film di registi con un patrimonio culturale diverso dal suo, come nel caso di Tamnahne. A tal proposito ha spiegato: “Cresci seguendo le orme dei vecchi maestri, poi arriva un punto in cui entri in contatto coi nuovi maestri. Non solo stanno raccogliendo il testimone, ma stanno aprendo nuove strade per il cinema. Se vuoi continuare a dire la tua, è un atto di altruismo. Altrimenti finisci per ripetere le solite vecchie stronzate e ti opponi all’evoluzione.”

Questa è quindi la visione di Cuaròn sul futuro del cinema. Le nuove regole dell’Academy potrebbero sembrare quindi una forzatura inutile, tuttavia il regista non rinnega il ruolo fondamentale che hanno la rappresentazione della diversità e l’inclusività anche nell’ambito cinematografico, come parte di un naturale processo di evoluzione.

E voi cosa ne pensate di queste nuove regole?

Questo e molto altro su CiakClub.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here