Bologna: crowdfunding per raccogliere i soldi della multa del film porno

Il ragazzo che ha proiettato un film porno in Piazza Maggiore a Bologna apre una raccolta fondi online per pagare la multa e li dona in beneficenza.

0
4283
bologna

Qualche giorno fa, a Bologna, è avvenuto un fatto di cronaca che segnerà la storia della rassegna Sotto le stelle del cinema, uno degli eventi estivi più attesi dai cinefili.

Si tratta di una bravata tra amici finita con una signora anziana traumatizzata, l’arrivo dei carabinieri e una multa da circa 5000 euro per atti contrari alla pubblica decenza”

Detta così sembra decisamente più grave. In realtà, degli amici, alle 2 del mattino, hanno deciso di usare pc e proiettore personale e di guardare un film a luci rosse in Piazza Maggiore, proprio su quello schermo che riflette i grandi film della storia del cinema.

Una signora anziana ha chiamato indignata e un po’ spaventata i carabinieri, che hanno prontamente interrotto la proiezione e fatto una multa ai colpevoli.

Il post del ragazzo su Facebook:

L'Italia vuole GoliardiaSono sollevato, commosso, fiero di quante persone si siano mobilitate per salvarmi la pelle…

Pubblicato da Carlo Ferretti su Sabato 25 luglio 2020

Ieri, il ragazzo che ha proiettato il film, studente all’università di Bologna, ha creato una campagna per raccogliere i soldi necessari al pagamento della multa. Ha intitolato la pagina di crowdfunding “Il prezzo della gloria e con speranza ha atteso di racimolare i 5.000 euro necessari per pagare la sanzione. Si presentava in questo modo sulla pagina, che ormai è stata chiusa:

Imperatore del Nord, studente e Goliarda bolognese che ha pensato di illuminare la notte della sua città con un bel film a luci rosse, da godermi con gli amici in una notte d’estate. La polizia non ha apprezzato, e per un giochetto del genere devo pagare (se va bene) 5.000 euro di multa. Chiedo quindi a tutti i simpatizzanti di un gesto del genere un contributo per salvare una carriera universitaria e difendere la libertà d’espressione!”

Alla fine, ha raccolto persino due mila euro in più del previsto e, come scritto in un post su Facebook, ha deciso di donarli in beneficenza:

“Dato il sostegno e la comprensione dimostrati, ho deciso di donare tutta la rimanenza in collaborazione con la Cineteca di Bologna sostenendo le loro magnifiche operazioni, sperando che prima o poi mi facciano proiettare qualche clippino un po’ più osé. Il pubblico per quella roba ce l’abbiamo…

Questa e altre notizie nella sezione news di CiakClub.

Ricerco nell’arte l’espressione tangibile dei miei pensieri e la confutazione degli stessi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here