Roma: alcune anticipazioni sulla Festa del Cinema 2020

Il Direttore Artistico Antonio Monda, ha annunciato alcune anticipazioni della quindicesima edizione della Festa del Cinema di Roma.

0
179
Roma

La quindicesima edizione della Festa del Cinema di Roma, si svolgerà dal 15 al 25 ottobre 2020 all’Auditorium Parco della Musica.

Il Direttore Artistico, Antonio Monda, ha annunciato oggi alcune anticipazioni della quindicesima edizione, che quest’anno fa parte di Romarama, il programma di eventi culturali promosso da Roma Capitale.

Una delle prime anticipazioni è la presenza del film Mi chiamo Francesco Totti, di Alex Infascelli, regista di S Is for Stanley.

“Ambientato nel corso della notte che precede il suo addio al calcio, il film vede il grande campione simbolo dell’AS Roma ripercorrere tutta la sua vita, come se la vedesse proiettata su uno schermo insieme agli spettatori. Le immagini e le emozioni scorrono tra momenti chiave della sua carriera, scene di vita personale e ricordi inediti, dando vita a un racconto intimo, in prima persona, dello sportivo e dell’uomo.”

Roma

la Festa del Cinema di Roma ospiterà poi alcuni film della Selezione Ufficiale 2020 del Festival di Cannes, e i titoli saranno presentati dal Delegato Generale Thierry Frémaux. Che ha dichiarato:

“In quest’anno così particolare è più importante che mai sostenere i film e le sale cinematografiche così come essere vicini agli artisti e agli spettatori. Quest’anno il Festival di Cannes non si è svolto ma è onorato di presentare i film della Selezione Ufficiale 2020 nei festival in cui vengono invitati. E a Roma, con la sua Festa, la sua storia e il suo spirito, il cinema è più vivo che mai!”.

Inoltre, Satyajit Ray, considerato uno dei maggiori cineasti della storia della settima arte, sarà protagonista di una retrospettiva alla prossima Festa del Cinema, a cura di Mario Sesti.
Infine, verranno mostrate al pubblico due pietre miliari del cinema italiano: In nome della legge di Pietro Germi, nella versione restaurata da CSC – Cineteca Nazionale, e Padre padrone di Paolo e Vittorio Taviani, restaurato da CSC – Cineteca Nazionale e Istituto Luce Cinecittà.
Questa e altre notizie nella sezione news di CiakClub.
Ricerco nell’arte l’espressione tangibile dei miei pensieri e la confutazione degli stessi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here