Ian McKellen racconta un aneddoto per il compleanno di Patrick Stewart

L'attore Ian McKellen ha affermato che sconsigliò a Patrick Stewart di prendere parte a Star Trek: The Next Generation poichè troppo rischioso

0
358
Ian McKellen

Patrick Stewart compie 80 anni e, per celebrare tale avvenimento, l’amico e collega Ian McKellen ha raccontato un curioso aneddoto che lo riguarda e, in particolare, si riferisce al suo consiglio di non prendere parte a Star Trek: The Next Generation, nella quale ha vestito i panni di Picard:

“Ha da tempo perdonato il mio consiglio di non mettere a repentaglio una carriera affermata come attore sul palco del teatro inglese rischiando tutto per un futuro incerto in Star Trek. Come ottenne quel lavoro è un esempio lampante di come la fortuna sia una signora, e sarà un capitolo centrale nelle memorie che deve assolutamente scrivere. Ha così tante cose da raccontare. Non solo il glamour e il duro lavoro, ma le sue idee politiche e il suo coinvolgimento in opere benefiche.”

Visualizza immagine di origine

Ian McKellen ha poi concluso:

“Ottant’anni, ovviamente, è un grande traguardo ma ha raggiunto così tanti obiettivi nella sua carriera da Huddersfield a Stratford a West End, Hollywood, Broadway e oltre, e sono sicuro che non stia assolutamente pensando a ritirarsi dalle scene.”

Per chi se lo fosse perso, ecco la trama di Star Trek: The Next Generation:

Il telefilm, come la serie classica, è incentrato sulle avventure dell’equipaggio della nave stellare Enterprise (una classe molto più avanzata rispetto alla nave del capitano Kirk). I “viaggi della nave stellare Enterprise” mantengono fondamentalmente lo stesso carattere, malgrado alcuni rilevanti cambiamenti nel frattempo avvenuti, come la pace con gli alieni Klingon e l’allargamento della Federazione Unita dei Pianeti. L’universo si espande, diventando più affollato di specie extraterrestri e difficile da gestire. La tecnologia è ovviamente nel frattempo progredita; le navi della Flotta Stellare, come la nuova Enterprise, sono più grandi, comode e spaziose, rivestendo una funzione più esplorativa e diplomatica che militare. Agli ufficiali è permesso portare a bordo le proprie famiglie, dato che i periodi delle missioni si sono allungati.

Seguiteci su Ciakclub.

Cinematograficamente onnivoro, sono cresciuto tra l’autorialità dei fratelli Coen ed i fagioli western di Bud Spencer e Terence Hill. Sogno di sceneggiare un film in cui Trinità e Bambino prendono a sberloni i responsabili del furto del proprio tappeto che “dava un tono all’ambiente”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here