Diego Armando Maradona è contrario al film Netflix di Paolo Sorrentino

Il legale di Diego Armando Maradona ha dichiarato di non aver dato alcuna autorizzazione a usare il nome del calciatore nel nuovo film di Paolo Sorrentino.

0
2384
maradona

La notizia che il regista italiano premio Oscar per La grande bellezza Paolo Sorrentino avrebbe girato un film a Napoli per Netflix ha fatto impazzire il pubblico italiano e straniero. Il film sarà fortemente autobiografico e avrà il titolo di E’ stata la mano di Dio, riferimento al celeberrimo gol marcato da Diego Armando Maradona contro l’Inghilterra ai mondiali del 1986.
In merito al suo nuovo progetto, che sarà prodotto da Lorenzo Mieli per Netflix, il regista campano ha così dichiarato:

“Sono emozionato all’idea di tornare a girare a Napoli, vent’anni esatti dopo il mio primo film (L’uomo in più, ndr). Sono felice di condividere questa avventura col produttore Lorenzo Mieli, la sua The Apartment e Netflix. La sintonia con Teresa Moneo, David Kosse e Scott Stuber di Netflix sul significato di questo film è stata immediata e folgorante. Mi hanno fatto sentire a casa, una condizione ideale, perché questo film, per me, significa esattamente questo: tornare a casa.”

La notizia dell’arrivo di un nuovo film di Paolo Sorrentino ha quindi lasciato felici tutti, tranne uno: Diego Armando Maradona.
Alla notizia del nuovo film di Sorrentino l’avvocato dell’ex-calciatore argentino, Matias Morla, ha infatti twittato così:

Diego Maradona non ha autorizzato l’utilizzo della sua immagine per questo film. Con i nostri colleghi italiani stiamo già studiando la strategia legale per una protesta formale di fronte alla Giustizia per l’uso indebito di un marchio registrato“.

Insomma, Maradona non sembra aver preso così bene l’idea di Paolo Sorrentino e non sembra neppure ben predisposto verso un suo sfegatato tifoso che non ha perso occasione di ringraziarlo neanche in una delle nottate più importanti della sua vita, quella degli Oscar del 2014 che vide La grande bellezza aggiudicarsi il premio come miglior film straniero.
Ricorderemo tutti come proprio quella notte, fra i vari ringraziamenti che Sorrentino fece, spiccò anche quello al suo idolo Diego Armando Maradona.
Staremo a vedere come la situazione si evolverà nelle prossime settimane e ci auguriamo che El Pibe de Oro possa cambiare idea e dare la disponibilità a utilizzare il proprio nome e la propria immagine nel film di Paolo Sorrentino.

Questa e altre notizie su CiakClub.it

Grande appassionato di cinema orientale, apprezzo film di ogni tipo e di ogni genere, dai cult ai “mattoni” filippini. Non bisogna mai porre limiti alla propria curiosità e lasciare che i pregiudizi ci influenzino.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here