L’emozionante necrologio scritto a se stesso da Ennio Morricone

Poco tempo prima di morire Ennio Morricone ha scritto un necrologio indirizzato a se stesso nel quale ha annunciato di voler andarsene "senza disturbare".

0
3398
morricone

Il grande maestro Ennio Morricone, uno dei volti italiani più importanti e più rispettati in tutto il mondo, è venuto a mancare all’età di 91 a seguito di una caduta in casa che ha comportanto la rottura del femore.
Il mondo dello spettacolo e non solo, in queste ore, sta commemorando in ogni modo il maestro ritenuto da molti come il miglior compositore che il cinema abbia mai potuto conoscere.

Nelle ultime ore la famiglia di Ennio Morricone ha reso noto un emozionante necrologio scritto a se stesso dal maestro poco temo prima di morire, un necrologio che non può fare a meno che ribadire la grandezza del compositore italiano autore di colonne sonore fra le più emblematiche e affascinanti della storia del cinema. Questo il testo:

“Io, Ennio Morricone, sono morto. Lo annuncio così a tutti gli amici che mi sono stati sempre vicino e anche a quelli un po’ lontani che saluto con grande affetto. Impossibile nominarli tutti. Ma un ricordo particolare è per Peppuccio e Roberta, amici fraterni molto presenti in questi ultimi anni della nostra vita.
C’è una sola ragione che mi spinge a salutare tutti così e ad avere un funerale in forma privata: non voglio disturbare.

Saluto con tanto affetto Ines, Laura, Sara, Enzo e Norbert, per aver condiviso con me e la mia famiglia gran parte della mia vita.
Voglio ricordare con amore le mie sorelle Adriana, Maria, Franca e i loro cari e far sapere loro quanto gli ho voluto bene.

Un saluto pieno, intenso e profondo ai miei figli Marco, Alessandra, Andrea, Giovanni, mia nuora Monica, e ai miei nipoti Francesca , Valentina, Francesco e Luca.
Spero che comprendano quanto li ho amati.
Per ultima Maria (ma non ultima). A lei rinnovo l’amore straordinario che ci ha tenuto insieme e che mi dispiace abbandonare.
A Lei il più doloroso addio”.

I funerali di Ennio Morricone avverrano, quindi, privatamente, come ultimo gesto di umiltà e modestia di un uomo che ha attraversato epoche con la sua musica, un gigante di cui mai ci stancheremo di ricordare la grandezza.

Questa e altre notizie su CiakClub.it

Grande appassionato di cinema orientale, apprezzo film di ogni tipo e di ogni genere, dai cult ai “mattoni” filippini. Non bisogna mai porre limiti alla propria curiosità e lasciare che i pregiudizi ci influenzino.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here