Sacha Baron Cohen si è finto cantante in un corteo di estrema destra

Sacha Baron Cohen è salito sul palco in una manifestazione di estrema destra travestito da cantante e ha cantato una serie di cori di pessimo gusto.

0
4989
sacha baron cohen

Sacha Baron Cohen, fra i comici più amati degli Stati Uniti, si è reso protagonista di uno scherzo molto particolare.
L’attore, apprezzatissimo in america per il suo programma di satira politica
Who Is America? nel quale riuscì a rubare dichiarazioni piuttosto indiscrete a numerosi politici statunitensi, si è finto sponsor di una manifestazione organizzata da un partito di estrema destra della città di Olympia, nello stato di Washington.

Dopo aver pagato per allestire un palco nel quale si sarebbero dovuti esibire cantanti e gruppi musicali, Sacha Baron Cohen è salito direttamente sul palco, opportunamente camuffato da cantante country, e si è messo a cantare una serie di frasi di pessimo gusto ricevendo il consenso del pubblico della manifestazione.

La manifestazione aveva nome di “March for our rights 3” ed era stata organizzata dalla fazione più a destra del partito conservatore Washington Three Percenters.
Questo un estratto della canzone che fa ben capire il tenore del resto del testo:

“Obama, what we gonna do? Inject him with the Wuhan flu. Hillary Clinton, what we gonna do? Lock her up like we used to do. Fauci don’t know his head from his ass. He must be smoking grass. Dr. Fauci, what we gonna do? Inject him with the Wuhan flu. WHO, what we gonna do? Chop ’em up like the Saudis do”.

Nel corso della performance Sacha Baron Cohen ha coinvolto il pubblico nel cantare insieme a lui fino a quando i veri organizzatori del corteo non si sono accorti dello scherzo che stavano subendo. In quel momento, però, è sopraggiunta la sicurezza assoldata dal comico che ha provveduto a portare in salvo lui e i suoi musicisti.

Il video di questa memorabile performance sta facendo il giro del web e sono molti i fan che pensano che la trovata di Sacha Baron Cohen possa, in qualche modo, anticipare una seconda edizione di Who Is America?.

Questa e altre notizie su CiakClub.it

Grande appassionato di cinema orientale, apprezzo film di ogni tipo e di ogni genere, dai cult ai “mattoni” filippini. Non bisogna mai porre limiti alla propria curiosità e lasciare che i pregiudizi ci influenzino.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here