Per doppiare altre etnie dei Simpson mai più attori bianchi

La decisione arriva sull’onda delle proteste dopo la morte di George Floyd, anche i Simpson vanno verso un ulteriore cambiamento.

0
222
Simpson

Los Angeles – Gli attori bianchi non presteranno più la loro voce per interpretare i personaggi di colore o non bianchi della serie dei Simpson. Ne dà notizia il New York Post, sottolineando che la decisione è stata assunta dalla Fox che produce la serie.

“Nel futuro – ha spiegato infatti il network – nei Simpsons non ci saranno più attori bianchi che daranno la voce a protagonisti non bianchi”.

La decisione arriva sull’onda delle proteste che sono divampate dopo la morte di George Floyd delle quali si è fatto interprete il movimento Black Lives Matter. La nuova politica di Fox segue gli annunci di diversi attori bianchi, tra cui Jenny Slate e Kristen Bell, che smetteranno doppiare personaggi di colore o non bianchi.

Lo show è stato per molto tempo al centro delle polemiche per la rappresentazione di Apu, a cui dava voce Hank Azaria e a lungo oggetto di critiche legate al modo in cui era stato delineato il personaggio di origini indiane. L’attore, nel mese di gennaio, ha annunciato che non avrebbe più doppiato Apu.
Azaria, nello show, ha però dato voce anche a un personaggio chiamato Carlton Carlson e che è di origine afroamericana.
Tra gli altri attori bianchi che hanno doppiato abitanti di Springfield di origini etniche diverse c’è Harry Shearer che ha interpretato il dottor Julius M. Hibbert.

La svolta dei Simpson non è un caso isolato nel mondo dei cartoon a stelle e strisce. Mike Henry ha comunicato via Twitter che non doppierà più Cleveland Brown, personaggio di colore della serie Family Guy, celebre in Italia col titolo I Griffin: “E’ stato un onore interpretare Cleveland per 20 anni in Family Guy. Amo questo personaggio, ma persone di colore dovrebbero interpretare personaggi di colore. Per questo, non ricoprirò più il ruolo”

Per questa e altre notizie seguiteci su Ciakclub.it

Aspirante regista, in perenne ricerca di contenuti cinematografici sconosciuti e fuori dagli schemi ordinari.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here