Terry Gilliam e la censura inglese: “Il governo non vuole farvi morire dal ridere”

In un post su Facebook, Terry Gilliam si è espresso contro la censura del governo inglese dopo la rimozione di un episodio offensivo della sitcom Fawlty Towers.

0
337

Il revisionismo storico-artistico sembra essere all’ordine del giorno, in questo 2020. Dopo la rimozione di Via col vento dal catalogo di HBO Max, si stanno susseguendo altri episodi simili. Recentemente è stato rimosso un episodio della serie Fawlty Towers dalla piattaforma di streaming UKTV perché ritenuto offensivo. Ci ha pensato l’irriverente cineasta Terry Gilliam ha rispondere a tono.

Terry Gilliam ha condiviso la sua opinione in un post su Facebook. L’immagine barrata dello show è stata accompagnata dal suo pensiero, decisamente non toccandola piano. “Sono deliziato nel vedere che questo episodio di Fawlty Towers ovviamente sessista, che prende in giro le persone grasse, in cui si indossano dei baffi è stato rimosso dal servizio di streaming di UKTVI coraggiosi che hanno preso la decisione hanno pensato che le sensibilità attuali siano tali da portare il pubblico moderno a non essere abituato a ridere. I dottori del Governo pensano ora che, come il gusto e l’olfatto, la perdita del senso dell’umorismo possa essere un sintomo del COVID-19“.

Ha poi concluso perentorio: “Il governo è determinato a impedire che altre persone muoiano dal ridere. Chiaramente stanno fallendo“. Non ci potevamo aspettare chissà quale altro comportamento dall’ex-fondatore dei Monty Python.

I'm delighted to see that an obviously sexist, racist, tall-body-shaming, moustache-wearing episode of Fawlty Towers…

Pubblicato da Terry Gilliam su Venerdì 12 giugno 2020

Fawlty Towers è una sitcom creata e scritta da John Cleese e Connie Booth, e da noi conosciuta come Basil e Sybil. La storia è ambientata in un hotel fittizio situato nella città di Torquay e segue le vicende dei proprietari e dei loro eccentrici ospiti. In particolare, l’episodio incriminato e rimosso dalla piattaforma si concentrava su alcuni turisti tedeschi. È stato considerato offensivo per i modi con cui venivano descritti i membri di una squadra di cricket e per una sequenza che coinvolgeva un dottore di colore.

La serie è stata anche inserita nella lista dei 100 migliori programmi televisivi britannici dal British Film Institute nel 2000. Oltretutto, solo un anno fa è stata pure eletta “sitcom britannica migliore di sempre” da un sondaggio di Radio Times.

Per news e altri approfondimenti dal mondo del cinema e delle serie tv, continuate a seguirci su CiakClub.it!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here