Daniel Radcliffe risponde a J.K. Rowling: “Le donne transgender sono donne”

Daniel Radcliffe ha scritto una lettera aperta a tutti i fan di Harry Potter, in risposta ai tweet transfobici di J.K. Rowling di due giorni fa.

0
3677

Solo due giorni fa la nota scrittrice per ragazzi J.K. Rowling è tornata, per l’ennesima volta, alle cronache per aver scritto dei tweet transfobici. Non è di certo una storia nuova per l’amatissima scrittrice che, per aver scritto la saga di Harry Potter, ha assunto su di sé indirettamente anche un ruolo educativo. In molti si sono espressi sulla questione. Non ultimo proprio Daniel Radcliffe, che ha scritto una lunga lettera aperta ai fan.

Daniel Radcliffe ha infatti scritto in serata una lettera aperta ai fan della saga (e a JK Rowling) sulle pagine di The Trevor Project. Il sito è afferente all’omonima organizzazione nata nel 1998 che si dedica alla prevenzione dei suicidi fra gli adolescenti LGBTQ. Nella lettera, di cui riportiamo la traduzione completa, il maghetto dichiara di non voler creare una diatriba con la scrittrice, quanto dare un sostegno a tutti gli appartenenti alla comunità.

“Capisco che molta stampa dipingerà questa mia dichiarazione come una faida tra me e J.K. Rowling, ma non è di questo che si tratta, e non dovrebbe essere questo l’importante. Se da un lato è innegabile che Jo sia in gran parte responsabile del corso che la mia vita ha preso, dall’altro lato come persona che è onorata di contribuire a The Trevor Project da più di dieci anni, e come essere umano, sento la necessità di dire qualcosa in questo momento

Le donne transgender sono donne. Ogni affermazione contraria cancella l’identità e la dignità di ogni persona transgender e va contro qualsiasi consiglio delle associazioni di salute che hanno molta più esperienza nel settore sia di me che di Jo. Secondo The Trevor Project, 78% dei giovani transgender o non-binari sono stati oggetto di discriminazione per via della loro identità di genere. È chiaro che dobbiamo fare di più per supportare persone transgender o non-binarie, senza invalidare la loro identità, e senza causargli ancora più dolore.

Sto ancora imparando ad essere un miglior alleato, quindi se volete unirvi per imparare di più sull’identità transgender o non-binaria controllate la Guida per essere un alleato dei giovani transgender e non binari. È una risorsa educativa introduttiva che copre un gran numero di argomenti, tra cui le differenze tra sesso e genere, e che condivide le migliori pratiche su come supportare i transgender e le persone non binarie.”

Daniel Radcliffe

E poi Daniel Radcliffe si è rivolto direttamente a tutti i fan della saga. “A tutte quelle persone che sentono che la loro esperienza con i libri della saga sia stata offuscata o diminuita, mi scuso molto per il doloro che questi commenti hanno causato in voi. Spero che non perdiate ciò che queste storia hanno di valido per voi. Se questi libri vi hanno insegnato che l’amore è la forza piace potente dell’universo, capace di oltrepassare ogni cosa; se vi hanno insegnato che la forza si trova nella diversità, e che l’idea dogmatica di purezza porta all’oppressione dei più vulnerabili; se credete che un personaggio sia trans, non-binario, gender fluid, e che sia gay o bisessuale; se avete trovato qualsiasi cosa in queste storie che vi accomunasse o che vi abbia aiutato in qualsiasi momento della vostra vita – allora è tra voi e il libro che avete letto, ed è sacra. E, per quanto mi riguarda, nessuno può portarvela via. Vuol dire per voi ciò che vuol dire per voi e spero che questi commenti non la contaminino troppo. Sempre con amore, Dan.”

Per news e altri approfondimenti dal mondo del cinema e delle serie tv, continuate a seguirci su CiakClub.it!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here