Il The Guardian dedica una pagina a L’allenatore nel pallone

La giornalista del The Guardian Nicky Bandini ha dedicato un articolo a Oronzo Canà, celebre personaggio de L'allenatore nel pallone.

0
1199
l'allenatore nel pallone

Certe cose avvengono senza che nessuno se le possa mai aspettare. Vedere una pagina di un giornale di prestigio come The Guardian dedicata a Oronzo Canà, il personaggio di culto interpretato da Lino Banfi nel celebre film L’Allenatore nel Pallone, era sicuramente quanto di meno immaginabile potesse esserci.
Il film di Sergio Martino, con tutti i suoi limiti e tutti i suoi difetti, è diventato un cult imprescindibile per ogni amante del calcio e il personaggio di Oronzo Canà salta spesso fuori ancora oggi quando si intrattengono strambe discussioni calcistiche.

Da ieri, però, il film è stato improvvisamente nobilitato da una pagina che la giornalista Nicky Bandini ha dedicato al film sul giornale per cui scrive, il The Guardian.
Nell’articolo la giornalista si è molto soffermata sul ruolo che il film ha avuto e sull’ispirazione che il film ha dato ad altri prodotti simili, individuando il film di Martino come un vero e proprio iniziatore di un genere.

Oltre a questi meriti, però, Nicky Bandini ha sottolineato come L’allenatore nel pallone riesca a portare l’attenzione su tematiche delicate come quella del razzismo citando ad esempio l’ostracismo ricevuto da Aristoteles da parte dei suoi compagni di squadra.
Oltre a ciò molti altri elementi del film con Lino Banfi, a detta della giornalista, sono ancora molto attuali.
In seguito a l’interessamento improvviso che un giornale come il The Guardian ha dedicato a L’allenatore nel pallone, Lino Banfi ha commentato così l’articolo di Nicky Bandini in un’intervista al Corriere della Sera.
“E’ stato come ricevere un premio oggi. Mi sento di dire grazie di tutto cuore a questa giornalista, Nicky Bandini, che l’ha scritto. Ma non so l’inglese. Spero le arrivino i miei ringraziamenti”.

L’attore si è poi soffermato sul fatto che il film ha avuto un grande successo fra gli addetti ai lavori e ha raccontato vari aneddoti legati alla produzione del cult del 1984.

Questa e altre notizie su Ciakclub.it

 

Grande appassionato di cinema orientale, apprezzo film di ogni tipo e di ogni genere, dai cult ai “mattoni” filippini. Non bisogna mai porre limiti alla propria curiosità e lasciare che i pregiudizi ci influenzino.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here