Rob Liefeld è scettico riguardo a Deadpool 3

Il co-creatore di Deadpool Rob Liefeld si dice scettico circa la possibilità di vedere Deadpool 3 nei prossimi cinque anni

0
114

Rob Liefeld, co-creatore di Deadpool, ha parlato circa la possibilità di vedere il terzo capitolo della saga legata all’irriverente supereroe Marvel.

Il creativo ha affermato:

“Quello che so è che finché non metti il film nel calendario di lavorazione e delle uscite, non lo si considera seriamente. E io ho analizzato quello della Marvel per i prossimi, diciamo, cinque anni, e non ci vedo Deadpool. Quindi non credo che possa uscire prima di allora.”

Rob Liefeld ha anche affermato che secondo lui bisognerebbe lasciare Ryan Reynolds libero di agire come meglio crede nei panni di Deadpool.

Sicuramente i rapporti non certo buoni tra Liefeld e Disney (per un periodo il primo ha minacciato di adire a vie legali contro la casa di Burbank) fanno si che difficilmente egli possa essere in grado di prevederne le uscite future, o poiché non al corrente, o invece per un accordo di riservatezza.

Certo è che, nei titoli legati alla programmazione della prossima fase, tra i vari Black Widow, Captain Marvel 2, Guardiani della Galassia Vol. 3, Blade e I Fantastici 4, pur non tutti con date precise di rilascio, non figura Deadpool 3.

Visualizza immagine di origine

Per chi non conoscesse Deadpool, ecco la trama del primo capitolo:

Wade Wilson (Ryan Reynolds) è un agente delle forze speciali congedato con disonore che lavora come mercenario. Una sera, Wade si reca al solito pub, nel quale periodicamente si gioca a Dead Pool, ovvero un giro di scommesse su chi sarà il prossimo a morire. Lì incontra Vanessa (Morena Baccarin) e se ne innamora perdutamente. Tra i due scatta un vero e proprio colpo di fulmine, tale che un anno dopo decidono di sposarsi.
Purtroppo, a Wade viene diagnosticato un cancro allo stadio terminale e decide di lasciare Vanessa, così che non sia costretta a vederlo morire. Al pub, un misterioso reclutatore si avvicina a Wade, offrendogli una cura sperimentale per il suo tumore, in grado non solo di guarirlo ma di conferirgli poteri sovrannaturali. Viene quindi portato in un laboratorio segreto, dove il perfido Francis Freeman (Ed Skrein), conosciuto come Ajax, gli inietta un siero progettato per risvegliare geni mutanti latenti.
Wilson subisce le torture più atroci e viene infine messo in una camera iperbarica, che lo porta periodicamente sull’orlo dell’asfissia per giorni. Questo finalmente attiva in lui un’abilità di guarigione sovrumana che cura il cancro, ma che lo lascia gravemente sfigurato, con cicatrici simili a ustioni su tutto il suo corpo.

Seguiteci su Ciakclub.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here