Daniel Radcliffe non ha alcuna fretta di ritornare a vestire i panni di Harry Potter

Daniel Radcliffe in un'intervista ha dichiarato che non tornerebbe facilmente a vestire i panni di Harry Potter, perché la saga ha fatto il suo corso.

0
714

Nonostante i suoi impegni nel promuovere il suo nuovo film Escape Pretoria, Daniel Radcliffe deve necessariamente fare i conti con la sua eredità. Un’eredità che in questo caso significa Harry Potter.

Ai microfoni di Variety, infatti, oltre a parlare della sua nuova fatica Daniel Radcliffe ha posto anche l’accento sulla saga magica. E, alla richiesta se tornerebbe a vestire i panni di Harry Potter, ha risposto con uno sprezzante “non penso”. Aggiungendo poi che la saga ha fatto il suo corso. Queste le sue parole in merito.

“Non penso. Non mi piacer dire di no alle cose, ma non è qualcosa che ho fretta di fare. Mi sembra che quei film siano andati avanti e stiano facendo bene anche senza di noi. E sono felice così. Mi piace la mia vita. Non sto dicendo che non tornerei mai a lavorare al franchise, ma amo la flessibilità che ho ora con la mia carriera. E non voglio ritrovarmi in una situazione in cui ho firmato un contratto vincolante per una serie di film che andranno avanti per anni e anni.”

Daniel Radcliffe

Questa risposta sembra quasi anche una dichiarazione di liberazione per Daniel Radcliffe. Harry Potter ha rappresentato di certo la sua più grande opportunità di carriera, ma anche la cosa più vincolante dell’adolescenza. Tanto che le sue scelte post-Harry Potter sono state da molti definite “strane”. Così ha risposto in merito:

“Accetto l’etichetta nel senso che non ho nulla di cui vergognarmi. Ma non è che chiedevo “trovatemi la roba più strana da fare”. Non ho scelto progetti come quelli per il gusto di farlo. Swiss Army Man era strano perché parlava di questo cadavere scorreggione che tornava in vita e, di sicuro, non era per tutti. Ma, allo stesso tempo, è un film incredibilmente intelligente che aveva qualcosa da dire sul cosa significhi essere umani. Ho fatto Guns Akimbo dove ho delle pistole avvitate alle mani, ma ho fatto anche Escape From Pretoria che è un lungometraggio molto realistico. Penso semplicemente che l’aver recitato per così tanto tempo un ruolo ben specifico porti le persone a notare più facilmente le cose differenti che faccio ora.”

Un Daniel Radcliffe sicuramente maturo e sicuro delle sue scelte.

Per news e altri approfondimenti dal mondo del cinema e delle serie tv, continuate a seguirci su CiakClub.it!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here