DGA Awards: ancora una vittoria per Sam Mendes

Si è tenuta ieri la 72a edizione dei DGA Awards a Los Angeles: Sam Mendes vince come miglior regista, numerosi premi per la HBO. Ecco tutti i vincitori.

0
248

La 72a edizione dei DGA Awards (Directors Guild of America Award) si è tenuta ieri a Los Angeles: un evento importante nella corsa agli Oscar, dato che molto spesso i vincitori del DGA hanno poi ottenuto anche l’ambita statuetta.

Ad ottenere il riconoscimento di miglior regista è ancora una volta Sam Mendes con il suo “1917, confermando il suo ruolo tra i papabili vincitori agli Oscar. Mendes, che aveva già ottenuto lo stesso premio nel 1999 per American Beauty, ha dichiarato: “Voglio raccontare una storia veloce che non ho mai raccontato prima. Mio nonno ha ispirato questo film, e quando avevo 12 anni mi ha fatto firmare un contratto in cui ho promesso che avrei scritto un romanzo all’età di 18 anni. Ovviamente non sono un mostro, quindi non l’ho fatto, ma ho fatto questo. Quindi voglio ringraziarlo per questo”.

DGA Awards

Alma Har’el con Honey Boy di Amazon, sceneggiato da Shia LaBeouf, ha vinto nella categoria delle opere prime dei DAG Awards. Ha commentato la vittoria dicendo “Grazie Shia per avermi permesso di raccontare questa storia per i figli di alcolisti sul perdono.” Rivolta a Mati Diop e Melina Matsoukas, altre donne candidate nella stessa categoria, ha detto “Voi siete il futuro”. Ha infine approfittato del palco dei DAG Awards per parlare della tutela delle donne madri a livello lavorativo, ringraziando la regista Jessica Dimmock: “lei ha dato il via ad una campagna per terminare la penalità per i genitori e concedere alle madri più tempo per avere il loro minimo annuale nell’anno in cui partoriscono”.

Importanti traguardi anche per la HBO, che ha ottenuto ben 4 premi su 11 categorie: Bill Hader per la serie comica BarryJohan Renck con Chernobyl nella categoria Film tv/miniserie; Nicole Kassell ha vinto con Watchmen nella categoria per le serie drammatiche; Amy Schatz ha vinto il suo sesto DGA Awards con il documentario Song of ParklandSteven Bognar e Julia Reichert hanno invece vinto con il loro documentario Netflix American Factory, candidato anche agli Oscar.

Ecco l’elenco completo dei vincitori dei DGA Awards:

  • OUTSTANDING DIRECTORIAL ACHIEVEMENT IN THEATRICAL FEATURE FILM: SAM MENDES, 1917
  • OUTSTANDING DIRECTORIAL ACHIEVEMENT IN DRAMATIC SERIES: NICOLE KASSELL – Watchmen, “It’s Summer and We’re Running Out of Ice”(HBO)
  • OUTSTANDING DIRECTORIAL ACHIEVEMENT IN MOVIES FOR TELEVISION AND LIMITED SERIES: JOHAN RENCK – Chernobyl (HBO)
  • OUTSTANDING DIRECTORIAL ACHIEVEMENT IN DOCUMENTARY: STEVEN BOGNAR and JULIA REICHERT – American Factory (Netflix)
  • OUTSTANDING DIRECTORIAL ACHIEVEMENT OF A FIRST-TIME FEATURE FILM DIRECTOR: ALMA HAR’EL – Honey Boy (Amazon Studios)
  • OUTSTANDING DIRECTORIAL ACHIEVEMENT IN COMMERCIALS: SPIKE JONZE
    (MJZ)
  • OUTSTANDING DIRECTORIAL ACHIEVEMENT IN COMEDY SERIES: BILL HADER – Barry, “ronny/lily” (HBO)
  • OUTSTANDING DIRECTORIAL ACHIEVEMENT IN REALITY PROGRAMS: JASON COHEN – Encore!, “Annie” (Disney+)
  • OUTSTANDING DIRECTORIAL ACHIEVEMENT IN VARIETY/TALK/NEWS/SPORTS – SPECIAL: JAMES BURROWS (“All in the Family” and “The Jeffersons” – Directed by)
    ANDY FISHER (“Live in Front of a Studio Audience” – Directed by)
  • OUTSTANDING DIRECTORIAL ACHIEVEMENT IN VARIETY/TALK/NEWS/SPORTS – REGULAR: ON ROY KING – Saturday Night Live, “E. Murphy; Lizzo” (NBC)
  • OUTSTANDING DIRECTORIAL ACHIEVEMENT IN CHILDREN’S PROGRAMS: AMY SCHATZ – Song of Parkland (HBO Documentary Films)
  • LIFETIME ACHIEVEMENT AWARDS: Franklin Schaffner Award – Arthur E. Lewis, Frank Capra – Achievement Award, Duncan S. Henderson

Questa ed altre notizie su CiakClub.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here