L’intelligenza artificiale è il futuro del cinema? Secondo Warner Bros. si

La Warner Bros. fa un accordo futuristico con Cinelytic: vogliono usare l'intelligenza artificiale per la scelta dei film da produrre.

0
521

Credevate che l’intelligenza artificiale fosse ancora una tecnologia visibile solamente nei film fantascientifici? Vi sbagliate, perché ormai fa parte della nostra realtà.

Una notizia riportata dall’Hollywood Reporter, ci racconta in esclusiva un modo di utilizzo di questa tecnologia nell’ambito cinematografico. La Warner Bros. è scesa a patti con Cinelytic .

Cinelytic si compone di un team che, attraverso l’intelligenza artificiale, ha lo scopo di aiutare l’industria dell’intrattenimento mondiale sulla presa di decisioni per migliorare i loro contenuti, la produzione, il finanziamento…

Fondata da Tobias Queisser nel 2015, che la società (già milionaria) ha stretto il suo primo accordo con la Warner Bros., che da ora in poi sfrutterà il sistema di analisi predittiva offerto da Cinelytic per scegliere quali film produrre.

Una mossa rivoluzionaria, che potrebbe gettare le basi per il futuro dell’industria cinematografica.

intelligenza artificiale
Hal 9000 – 2001: A Space Odyssey

 

Cosa cambia l’intelligenza artificiale?

L’utilizzo di questa tecnologia permette di fare scelte più sicure. Non è ancora abbastanza avanzata per soppiantare ruoli creativi, ma come afferma Queisser, è perfetta per fare i conti e analizzare enormi set di dati, per mostrare schemi che non sarebbero visibili agli umani.”

Quindi verrà usata perché permette di calcolare in pochi secondi tutte le variabili che noi impieghiamo giorni a considerare, prima di decidere se un film vale la pena essere prodotto o meno.

L’intelligenza artificiale terrà conto del valore di un attore in ogni territorio, valuterà l’hype del pubblico nei confronti di un progetto e capirà anche il periodo dell’anno in cui la pellicola avrà un successo maggiore.

Questo vuol dire che la Warner Bros. sfornerà solo film che sbancheranno il botteghino? Ni. L’Hollywood Reporter sostiene che non è detto che sarà in grado di prevedere film miliardari (come Joker). Ma è senza dubbio una scelta rivoluzionaria, perché ridurrà notevolmente il tempo che gli esecutivi normalmente devono spendere in compiti ripetitivi e di poco valore.

Che ne pensate?

Questa e altre notizia nella sezione news di CiakClub.

Ricerco nell’arte l’espressione tangibile dei miei pensieri e la confutazione degli stessi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here