Si è tenuta ieri la trentaduesima edizione del Chicago Film Critics Award, cerimonia che si svolge ogni anno per premiare i film migliori prodotti nel corso dell’anno. La cerimonia è organizzata dalla Chicago Film Critics Associationfondata nel 1990 da Sharon LeMaire e Sue Kiner.

I premi delle 17 categorie sono attribuiti dagli stessi membri dell’associazione, 60 critici cinematografici professionisti.

Quest’anno, numerosi erano i film importanti candidati e la scelta non sarà stata semplice. I premi più importanti sono in ogni caso stati vinti da Parasite, l’acclamato thriller di Bong Joon-ho già vincitore della Palma d’Oro del Festival di Cannes: al Chicago Film Critics Award è stato premiato per miglior film, miglior regia, sceneggiatura origianle e miglior film straniero.

Importanti vittorie anche per Piccole Donne di Greta Gerwing, scelto per miglior sceneggiatura non originale, colonna sonora, costumi e attrice non protagonista per Florence Pugh.

Chicago Film Critics Award

Sebbene avesse ricevuto ben nove Nominations, Once Upon a Time in… Hollywood di Tarantino al Chicago Film Critics Award  ha vinto solo due premi: art director e miglior attore non protagonista per Brad Pitt.

Apollo 11 risulta il miglior documentario e Toy Story 4 vince come miglior lungometraggio.

Di seguito l’elenco completo dei premi delle varie categorie del Chicago Film Critics Award 2019.

LEGGI ANCHE  Ennio Morricone contro Quentin Tarantino: il caso de "l'intervista inventata"

MIGLIOR FILM: Parasite

MIGLIOR REGIA: Bong Joon Ho (Parasite)

MIGLIOR ATTORE: Adam Driver (Storia di un Matrimonio)

MIGLIORE ATTRICE: Lupita Nyong’o (Us)

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA: Brad Pitt (Once Upon a Time in… Hollywood)

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA: Florence Pugh (Piccole Donne)

MIGLIOR SCENEGGIATURA ORIGINALE: Parasite

MIGLIOR SCENEGGIATURA NON ORIGINALE: Piccole Donne

MIGLIOR FILM STRANIERO: Parasite

MIGLIOR DOCUMENTARIO: Apollo 11

MIGLIOR FILM D’ANIMAZIONE: Toy Story 4

MIGLIOR FOTOGRAFIA: Roger Deakins (1917)

MIGLIOR MONTAGGIO: The Irishman

MIGLIORE DIREZIONE ARTISTICA: Once Upon a Time in… Hollywood

MIGLIORI COSTUMI: Piccole Donne

MIGLIORE COLONNA SONORA ORIGINALE: Piccole Donne

MIGLIORI EFFETTI SPECIALI: Ad Astra

MIGLIOR PERFORMANCE RIVELAZIONE: Aisling Franciosi (The Nightingale)

MIGLIOR REGISTA RIVELAZIONE (PREMIO MILOS STEHLIK): Lulu Wang (The Farewell)

Questa ed altre notizie nella sezione News di CiakClub.it

Gaia Franco

Gaia Franco

Lucana, studentessa a Bologna. Appassionata da sempre di cinema, letteratura e qualsiasi forma d'arte.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments