Luc Besson ancora nei guai: denunciato dalla sua ex-assistente

Sembra non esserci pace per Besson che, dopo aver ricevuto varie denunce per molestie sessuali, è finito in un altro guaio.

0
258
Besson

Guai in vista per Luc Besson. Il regista, che è anche fondatore e presidente della EuropaCorp, è stato accusato di mobbing da una sua ex dipendente.
Besson avrebbe licenziato ingiustamente una assistente esecutiva dell’EuropaCorp che aveva preso un permesso per malattia dapprima di tre giorni, prolungato poi per più anno.

Il permesso di malattia era stato richiesto a seguito di un crollo fisico, dovuto ad un rifiuto di 3 giorni di ferie durante le festività.
Da lì in avanti la situazione della donna, che agli atti è nota come Sophie F. , è precipitata ed a seguito di numerose visite, alcune effettuate anche anche su richiesta della stessa EuropaCorp, è dovuta rimanere in permesso per malattia per più di un anno.

Luc Besson, regista pluripremiato e fra i più noti in Europa, non è stato presente in tribunale quando, nella mattina del 28 novembre, il PM ha richiesto 30.000 euro di multa con annessi 10 mesi di reclusione per lui e 50.000 euro per la EuropaCorp.BessonL’accusa ha paragonato l’agire di Besson nei confronti della sua ex-assistente a quello di Miranda Priestly in il Diavolo veste Prada.
Besson avrebbe messo varie volte la sua assistente in uno stato psicologico di soggezione, costringendola e vari compiti esterni alla sua professione. La donna avrebbe infatti subito un vero e proprio mobbing da parte del regista, che, stando all’accusa, la cercava ad ogni ora del giorno per affidarle i più vari incarichi.

Il licenziamento è avvenuto a gennaio del 2018 per “cattiva condotta professionale”, stando a quanto riporta il Variety, ma l’avvocato di Besson ha affermato che non ci dovrebbe essere margine per una condanna penale in quanto l’ex-collaboratrice sarebbe stata licenziata non perchè in malattia, bensì durante la malattia.

La verità probabilmente non verrà a galla neanche con la sentenza che sarà emessa l’8 gennaio, ma di certo questo episodio va aggiungersi ai numerosi guai che stanno coinvolgendo Besson, fra accuse di violenza sessuale e vari insuccessi commerciali.
Sembrano ben lontani i tempi in cui il regista aveva incantato tutto il mondo con le sue pellicole.

Questa ed altre news su CiakClub.it

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here