Dopo It – Capitolo 2, Bill Skarsgård sta pensando a un nuovo film su Pennywise

E Andres Muschietti potrebbe essere interessato: sarebbe un prequel, magari dedicato alle origini del mostro nato dalla fantasia di Stephen King.

0
2204
It

In questi giorni è in sala It – Capitolo due, il sequel dell’horror dei record tratto dall’omonimo romanzo di Stephen King. La prima parte aveva diviso pubblico e critica tra chi aveva amato l’atmosfera cupa e immaginifica della trasposizione e chi invece lo aveva trovato troppo convenzionale. Questo secondo capitolo sembra invece avere molti più detrattori che ammiratori.

Ciò non toglie che il film stia incassando molto bene, ed è quindi inevitabile che a qualcuno dispiaccia se la storia di Pennywise si concluderà con solo due episodi. Certo il Capitolo due lascia ben poche possibilità a un ulteriore sequel, come ha ammesso in una recente intervista il protagonista, Bill Skarsgård: «Il libro termina dove termina il secondo film, quindi quello è il capitolo finale di questa storia». In effetti l’epopea del Club dei perdenti sembra essersi conclusa una volta per tutte.

Losers

Il discorso di Skarsgård però ruota attorno proprio alla possibilità di trovare nuove strade da percorrere, ipotesi verso la quale l’attore si dice aperto, se avesse il giusto tipo di approccio: «C’è qualcosa di interessante nell’andare indietro nel tempo, prima che tutto ciò accadesse. Potrebbe essere una storia che varrebbe la pena esplorare. Ovviamente sarebbe una storia che non c’è nel libro, una storia a sé stante, ma ovviamente all’interno dello stesso universo».

Un ipotetico It – Capitolo tre sarebbe quindi con tutte le probabilità un prequel, magari dedicato alle origini dell’entità maligna che ogni 27 anni terrorizza la città di Derry. Anche Andreas Muschietti, regista dei due film, sembra interessato a considerare questa possibilità. E voi? Sareste curiosi di scoprire il passato di Pennywise, il pagliaccio ballerino?

Questa e altre notizie su CiakClub!

Scrivo, giro cortometraggi, faccio teatro.
Nel tempo libero sopravvivo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here