Mindhunter 2: svelata la data d’uscita e la tematica della seconda stagione

La seconda stagione di Mindhunter uscirà su Netflix il prossimo 16 agosto e sarà incentrata sugli omicidi di Atlanta.

0
4446

La piattaforma streaming Netflix ha annunciato attraverso i suoi canali social la data d’uscita della seconda stagione di Mindhunter. Come già anticipato dalle informazioni lasciate trapelare dai produttori David Fincher e Charlize Theron, la serie crime verrà resa disponibile il prossimo 16 agosto.

I due agenti dell’FBI protagonisti della serie, interpretati da Jonathan Groff e Holt McCallany, saranno alle prese con un altro interessante caso. Gli 8 episodi della seconda stagione di Mindhunter saranno, infatti, incentrati sugli omicidi di Atlanta.

Il caso, conosciuto anche come Atlanta child murders, è quello di ben 24 bambini trovati morti tra il 1979 e il 1981 nella capitale della Georgia. Tutte le vittime, di età compresa fra i 7 e i 17 anni, furono trovati morti per strangolamento. Tra le vittime furono rinvenuti anche i cadaveri di 6 ragazzi tra i 20 e i 28 anni, sempre deceduti per la medesima causa. Altra nota di comunanza: le vittime erano di origine afroamericana. L’unico condannato per l’omicidio fu Wayne Williams, accusato solo di due assassinii, tuttora egi si proclama innocente.

Mindhunter 2 prenderà le mosse da questi eventi e vedrà il profiler criminale Holden Ford/Groff battersi per approfondire il caso. Egli (come il John E. Douglas su cui è modellato) è convinto che ci sia più di un responsabile degli omicidi, invece è costretto a restarsene muto dall’FBI dopo l’arresto di Williams. Parallelamente vedremo l’espansione dell’unità di scienza comportamentale dell’FBI che abbiamo visto nascere nel corso della prima stagione. Questa infatti diverrà sempre più presente nei discorsi dell’opinione pubblica, tanto da innescare una vera psicosi da investigazione psico-criminale popolare.

Mindhunter

Fincher ha dichiarato, in particolare per questa ultima parte, di essersi ispirato alla sua personale esperienza. Inoltre, sul caso specifico trattato ha detto: “Probabilmente si potrebbero fare tre stagioni sul caso degli omicidi di Atlanta. La storia è travolgente e tragica. Non riusciremo mai a rendere giustizia alle vittime con le nostre 9 ore di racconto”.

Insomma, sembra che Mindhunter 2 voglia mescolare i buonissimi presupposti della prima stagione con qualche influsso alla American Crime Story. Staremo a vedere. Le aspettative sono di sicuro molto alte, ma certamente ben riposte!

Per news e altri approfondimenti dal mondo del cinema e delle serie tv, continuate a seguirci su CiakClub.it!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here