È morto Franco Zeffirelli: addio ad un grande del cinema e del teatro italiani

Si è spento all'età di 96 anni, dopo una lunga malattia, il regista cinematografico e teatrale Franco Zeffirelli. Era conosciuto per capolavori come Fratello sole, sorella luna e Un tè con Mussolini.

0
312

Sì è spento ieri, all’età di 96 anni, nella sua casa romana sulla via Appia, Franco Zeffirelli. Se ne va dunque un grandissimo esponente della cultura italiana. Dal cinema al teatro, Franco Zeffirelli era riuscito a trasportare l’arte italiana ben al di là dei confini del nostro Paese, facendosi apprezzare in particolare in territorio anglosassone.

La notizia della morte che arriva tempestiva dal quotidiano La Nazione di Firenze, sua città natale, non appare come un lampo a ciel sereno. Il regista aveva, infatti, già richiesto e ricevuto qualche settimana fa l’estrema unzione. Ora, dopo una lunga malattia, si spegne serenamente tra i familiari e gli amici più cari, e i suoi amatissimi cagnolini. Adesso riposerà nella cappella di famiglia della sua città, Firenze, che per i funerali ha indetto anche lutto cittadino.

Innumerevoli i riconoscimenti ricevuti da Franco Zeffirelli durante la sua carriera. Fu padre di film importantissimi come Romeo e Giulietta, La Traviata, Fratello sole, sorella luna e Un tè con Mussolini, giusto per citarne qualcuno. Pellicole che gli hanno garantito ben 19 vittorie e 14 nomination ai maggiori premi internazionali. Mancava solo un meritatissimo Oscar alla carriera, purtroppo mai arrivato.

Un tè con Mussolini
Un tè con Mussolini (1999)

Dal mondo dello spettacolo e della politica arrivano moltissimi messaggi di cordoglio, segno della grande stima provata per una personalità di tale calibro. Ieri sera, prima de La Traviata al Teatro del Maggio, dove il regista aveva portato in scena numerose opere, ci sono stati ben tre minuti di applausi in onore di Franco Zeffirelli. Il sovraintendente del teatro, Cristiano Chiarot, ha infatti invitato la folla a celebrare il maestro con un lungo applauso, piuttosto che con il consueto minuto di silenzio. Zeffirelli avrebbe infatti preferito di gran lunga essere ricordato in questo modo.

Per news e altri approfondimenti dal mondo del cinema e delle serie tv, continuate a seguirci su CiakClub.it!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here