Guillermo del Toro: “Better Call Saul mi piace più di Breaking Bad”

Ormai Better Call Saul sta iniziando a riscuotere un successo trasversale. Ma arrivereste a definirlo migliore di Breaking Bad? Guillermo del Toro sì.

0
938
Le Streghe
Guillermo del Toro

Guillermo del Toro viene da un anno straordinario. Con il suo La Forma dell’Acqua, partendo dal Festival di Venezia 2017 fino ad arrivare agli Oscar 2018, si è imposto ovunque e davanti gli occhi di tutti. Ultimamente lo abbiamo anche visto come presidente di Giuria dell’ultimo Festival di Venezia. Non per questo però ha cambiato il suo modo di fare. Il regista messicano è da sempre un grande appassionato (oltre che di cinema) di serie tv, fumetti, libri, senza mai risparmiare entusiasmo verso le opere che più lo colpiscono. I suoi giudizi sulle opere più disparate si possono comodamente trovare sul suo account twitter. Così per Better Call Saul di cui non solo ha lodato la nuova stagione, ma ha anche spiegato come lo trovi migliore rispetto a Breaking Bad.

<< Vorrei fare una piccola riflessione a metà della nuova stagione di Better Call Saul: mi piace più di Breaking Bad >>. Così scrive Guillermo del Toro che continua: << Non per voler essere un bastian contrario, ma è evidente come, nonostante la posta in gioco sembri più piccola, la caduta morale mi colpisce perché è più profonda, più toccante. Con Walter White venivi trascinato in una potente rovinosa caduta/trasformazione, mentre Better Call Saul ti prende per mano mentre Jimmy diventa Saul Goodman attraverso dei piccoli ma dolorosi passi >>. Poi ha aggiunto: << Kim è la chiave >>, facendo riferimento al personaggio di Kim Wexler.

Sinossi Better Call Saul

Jimmy McGill è un mediocre avvocato di Albuquerque in cerca del suo destino e, nell’immediato, di un modo per sbarcare il lunario. La fortuna sembra girare a suo favore, o forse no, quando ha un incontro-scontro con Mike Ehrmantraut, un “risolutore” con il quale si ritrova ben presto a condividere alcuni affari. Lavorando come legale di personaggi discutibili e spesso legati al crimine organizzato, Jimmy percorre, non senza difficoltà e tragedie, il cammino accidentato che un giorno lo porterà a diventare Saul Goodman, una delle poche persone di fiducia di Walter White.

Continua a seguirci su Ciakclub

Semplicemente appassionato ed affamato di tutto ciò che riguarda la cultura e l’arte popolare (nel senso letterale del termine): fumetti, libri, fotografia, tv e, ovviamente, cinema, che ne è il massimo esponente e la massima espressione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here