Il primo uomo, il film con Ryan Gosling aprirà il festival di Venezia 2018

Il primo uomo, nuovo film del duo Chazelle-Gosling, è stato scelto come opera d'apertura della 75esima mostra di Venezia.

0
834

Il primo uomo sarà il film d’apertura del prossimo festival di Venezia. Il nuovo film di Damiene Chazelle, regista premio Oscar di Whiplash e La La Land, è stato scelto per aprire la 75/a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica – dal 29 agosto all’8 settembre 2018 – diretta da Alberto Barbera.

Prodotto dalla Universal Pictures, il film racconta la storia del primo sbarco sulla luna della storia, avvenuto nel 1968. Il ruolo di protagonista è di nuovo affidato a Ryan Gosling, il quale porta in scena Neil Armstrong. La moglie è interpretata da Claire Fox – nota per il ruolo della regina Elisabetta in The Crown. In inglese, la pellicola si chiama First Man.

Nel 2016 la Mostra venne aperta da La La Land, primo grande successo del duo Chazelle-Gosling. Venne accolto con grande calore. Seguono il trailer e le immagini di Il Primo Uomo.

 

Nel cast ci sono anche Jason Clarke, Kyle Chandler, Patrick Fugit, Ciaran Hinds, Ethan Embry, Shea Whigham, Corey Stoll e Pablo Schreiber. Il film è basato sul libro di di James R. Hansen e sceneggiato dal premio Oscar Josh Singer. Ecco la sinossi ufficiale:

“Il regista Damien Chazelle e il protagonista Ryan Gosling tornano a lavorare insieme nel film Il Primo Uomo, che narra l’avvincente storia della missione della NASA per portare un uomo sul luna. Il film si concentra sulla figura di Neil Armstrong e sugli anni tra il 1961 e il 1969. Resoconto viscerale in prima persona, basato sul libro di James R. Hansen, il film esplorerà i sacrifici e il costo che avrà per Armstrong e per l’intera nazione, una delle missioni più pericolose della storia”.

First Man Il primo uomo

Leggi anche Venezia 75: pre-apertura il 28 agosto, sarà proiettato Il Golem – Come venne al mondo

 

Nato a Roma. Giornalista sportivo e cinematografico. Studioso e appassionato della Settima Arte e della letteratura da sempre. È tutto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here