Joaquin Phoenix parla del suo Joker: “Sarà unico e molto introspettivo”

Dopo l’ufficialità del suo ruolo da protagonista nello spin-off, arrivano le prime parole di Joaquin Phoenix su ciò che sarà il suo Joker.

0
17858

Poco tempo fa avevamo riportato chi avrebbe interpretato uno dei villains più amati di tutti i tempi, Il Joker, acerrimo nemico di Batman: la scelta è ricaduta su Joaquin Phoenix, che sarà protagonista nello spin-off di Todd Phillips prodotto dalla Warner e dalla DC Comics.

L’attore di Porto Rico ha rilasciato delle interessanti dichiarazioni a riguardo in una chiacchierata con un giornalista del Collider. Nell’intervista infatti si è parlato di una sorta di debutto di Phoenix, dato che un suo impiego in un cinecomic è un evento inedito. Ma l’attore non è parso convinto di poter etichettare il film su Joker un “cinecomic”: “Secondo me non si può classificare con un genere preciso. Non direi che è un film sui supereroi e non lo catalogherei solo come un film prodotto da una major. Mi sembra unico. Todd Phillips è un regista convinto, generoso e per me la cosa è eccitante. Al di là dell’intrattenere e del valore di questi film, io penso che esistono prima di tutto dei personaggi incredibili che affrontano sfide di vita vera. Qualche anno fa, parlando col mio agente, gli ho detto: “Perché non prendono mai uno di quei personaggi e ci fanno sopra un film di basso budget, magari incentrato sullo studio della psicologia del personaggio? Magari di un cattivo?”.

Ecco, quest’eventualità pare proprio essersi verificata. E addirittura si parlò, tempo fa, di un suo possibile ruolo nei panni del Joker, che la Warner gli propose ma Phoenix declinò l’offerta perché “era stato già fatto”. Forse per l’eventuale pressione nel dover interpretare un personaggio già portato alla ribalta da altri attori? Non solo Jared Leto, il più recente a vestirne i panni in Suicide Squad, ma la memoria non può che andare al compianto Heath Ledger, che vinse nel 2009 un Oscar postumo al miglior attore non protagonista, proprio grazie alla sua incredibile interpretazione della nemesi di Batman ne Il cavaliere oscuro.

E proprio riguardo alla pressione, Phoenix ha dichiarato: “Diciamo che è una pressione amplificata rispetto a quella che si vive sempre come attore. Quando hai in mano una sceneggiatura hai accanto un regista, uno sceneggiatore che hanno delle aspettative su di te. Hanno immaginato delle cose nella loro testa e tu devi saperle realizzare. Sei ansioso, perché ti chiedi: “Sarò all’altezza delle loro aspettative?”. In questo caso tutto è amplificato perché parliamo delle aspettative di moltissime persone.”

Le riprese dello spin-off sul Joker avranno inizio nel settembre di quest’anno, e noi non vediamo l’ora di vedere Joaquin Phoenix nelle vesti del sadico personaggio che chiede a tutti: “Perché siete così seri?”.

Questa e altre notizie su CiakClub.it.

Sceneggiatore, nel tempo libero scrivo racconti. Credo che ogni persona abbia un universo dentro e che vada raccontato. Credo nell’empatia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here