Kubrick è il più grande regista della storia, secondo Nolan

Nel corso del podcast "The Treatment", il regista ha anche parlato a lungo della superiorità della pellicola rispetto al digitale

0
1954

Come in molti si sono accorti negli ultimi mesi, Christopher Nolan è un grande ammiratore di 2001: Odissea nello spazio. Ha difatti recentemente presentato la pellicola originale in 70 millimetri – che definisce “unrestored” – del capolavoro di Kubrick, all’ultimo festival di Cannes, anticipandone di qualche settimana la distribuzione nelle sale internazionali.

Diversi giorni fa il regista è apparso nel podcast “The Treatment”. Qui ha discusso del suo amore per il film, e il cinema in generale. Dopo aver definito Kubrick il miglior regista della storia, Nolan ha parlato del suo amore per Odissea nello spazio e per il cinema in generale. Ha definito la celluloide e il processo fotochimico come <<la miglior riproduzione del modo in cui l’occhio umano veda che sia mai stato inventato>>.

Christopher Nolan all’ultimo festival di Cannes

<<C’è una profondità nel colore, c’è una superiorità nella risoluzione , c’è una profondità nei neri, nei contrasti, in tutto. Ci sono tutta una serie di cose che la tecnologia digitale non sarà mai in grado di duplicare>>

<<Il digitale può avere una propria versione di tutte queste cose, e ci sono un sacco di registi che si trovano molto bene con esso e che lo sfruttano appieno, ma rimane pur sempre diverso>>

<<E quindi, quando cominci a guardare alla storia del cinema, e guardi in particolare Odissea nello spazio, e all’esperienza che ho avuto guardandolo in pellicola anni fa, penso sia molto importante la possibilità di regalare, oggi, le medesime sensazioni al pubblico>>

Trovate il podcast completo di seguito:

Podcast

Leggi anche: Dunkirk, capolavoro o fallimento?

Per mettermi i piedi in testa ci vuole Ben Affleck

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here