Mulan, live-action: dopo Star Wars, continua l’avventura di Donnie Yen ad Hollywood

0
554
Mulan

L’esperienza in Rogue-One: a Star Wars Story non è stato un caso isolato e continua con il live-action di Mulan la collaborazione tra la star del cinema orientale Donnie Yen e la Disney.

Donnie Yen, acclamata stella del cinema orientale prosegue la sua ascesa ad Hollywood, sotto l’egida della Walt Disney Company.

C’era una volta Rogue-One: a Star Wars Story, in cui l’attore cinese interpretava Chirrut Îmwe, uno Jedi, un monaco cieco sensibile alla Forza. Ed oggi è la volta di Mulan, il live-action, una pellicola attesissima ma intorno alla quale il mistero è ancora fitto.

Poche le notizie trapelate finora:

Sarà probabilmente la regista neozelandese Niki Caro a dirigere l’adattamento live-action scritto da Rick Jaffa e Amanda Silver. 

“Da quel che so, non ci sono canzoni al momento, con grande orrore dei miei figli”

Ma si tratterà di un grande film epico di Arti Marziali.

Il ruolo principale, quello dell’eroina Mulan, tratto dalla leggenda popolare cinese Hua Mulan, sarà affidato all’attrice orientale Liu Yifei, nota al pubblico orientale con il nome di Crystal Liu, in patria, noto volto degli show televisivi.

Di pochi giorni fa è la notizia che Donnie Yen si aggiunge al cast, vestendo i panni del mentore della guerriera Mulan, il comandante Tung.

L’uscita del film è prevista per il 27 marzo 2020 e va ad aggiungersi alla scuderia dei tanti adattamenti in live-action che la Disney sta sfornando negli ultimi anni, come Cenerentola, Il libro della Giungla, La bella e la bestia e ancora Dumbo, Il Re Leone…

Mulan è un film del 1998 candidato all’Oscar per la Migliore colonna sonora.

Mulan

La trama

Attestatosi sul confine estremo del Paese, delimitato dalla grande muraglia, il feroce condottiero degli Unni, Shan-Yu, annuncia di voler invadere con una potente armata la Cina. L’imperatore dei cinesi, molto amato dal popolo, organizza subito la difesa, emana un proclama con cui chiede ad ogni famiglia di mandare un uomo a combattere nell’armata imperiale e invia il fedele Chi Fu ad eseguire l’ordine. Intanto, in un lontano villaggio, la giovane Mulan, unica figlia della famiglia Fa, si sta preparando all’incontro decisivo con la sensale del villaggio. Mulan è uno spirito libero ma vuole onorare la propria famiglia e le tradizioni che impongono alla donna il matrimonio. Le cose però si mettono male per l’inopportuno intervento di Cri-Cri, il grillo portafortuna della giovane. Così la sensale caccia via Mulan, che è ormai disonorata. Tornata a casa, la ragazza viene confortata dal padre e, mentre parlano, viene annunciato il proclama imperiale. L’uomo non esita a farsi avanti ma Mulan sa che il padre è malato e l’arruolamento significherà morte sicura. Durante la notte prende la decisione di sostituirsi al padre: si taglia i capelli, indossa l’armatura e si unisce all’esercito. Ma questo gesto provoca la reazione degli antenati che si riuniscono e meditano di ripristinare l’onore familiare. Intanto Mulan, dopo i primi giorni d’incertezza, diventa un soldato come gli altri ed è pronta per la battaglia. Le truppe imperiali sono inferiori ma è proprio Mulan, con uno stratagemma, a far rovesciare le sorti della battaglia. Rimasta ferita, Mulan viene però scoperta nella sua vera identità ed espulsa dall’esercito. Tuttavia non si rassegna e, saputo che alcuni Unni superstiti stanno attaccando la Città Imperiale, escogita un piano e li ferma. Adesso può fare ritorno a casa, dove l’aspetta il padre orgoglioso e un ragazzo che la chiede in sposa.

 

Critico d’arte contemporanea, esperto di body-art, arti performative e costume-play; appassionato di letteratura e cinema.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here