Disney: l’organizzazione Planned Parenthood vuole una principessa trans e una abortista

0
1486

L’associazione Planned Parenthood ha pubblicato un tweet molto discusso e criticato, in cui chiede alla Disney una principessa trans e una abortista.

Planned Parenthood Federation of America, Inc. (PPFA) o detta semplicemente Planned Parenthood (“Genitorialità pianificata”) è il nome di un’organizzazione americana non profit per i servizi medici legati alla genitorialità pianificata. L’organizzazione è stata fondata negli Stati Uniti, a New York, nel lontano 1916.

Al momento la Planned Parenthood è al centro dei riflettori a causa di un tweet che una succursale dell’organizzazione – che ha sede in Pennsylvania – ha condiviso ieri, martedì 27 marzo. Nel tweet sono stati rilasciati alcuni commenti riguardo alle principesse Disney che l’organizzazione vorrebbe come protagoniste nei prossimi film d’animazione.

Ecco il discusso tweet, che adesso risulta rimosso, ma è stato condiviso da numerosi giornali e siti americani:

Planned Parenthood

Nel messaggio, cancellato dopo due ore dalla sua pubblicazione online, l’associazione dichiarava che tra i personaggi al centro delle storie Disney dovrebbero esserci una principessa che ha avuto un aborto, una principessa a favore della scelta personale delle donne di abortire o proseguire la gravidanza, una principessa immigrata clandestina, una principessa sindacalista e una principessa trans.

Dichiarazioni di un certo peso, che hanno scatenato polemiche e reazioni, dure e ironiche, sul social network e che stanno facendo molto discutere. Tra le molte reazioni degli utenti di Twitter, è stata segnalata quella di chi suggeriva, con una certa ironia, che nel sequel di Frozen – Il regno di ghiaccio si potrebbe inserire una trama legata all’aborto o di chi proponeva altre tipologie di principesse, come ad esempio una giovane principessa in grado di sconfiggere i Patriots al Super Bowl.

In passato l’organizzazione Planned Parenthood aveva già rilasciato dichiarazioni e pubblicato tweet che avevano destato critiche e commenti negativi e in più di un’occasione aveva rimosso il proprio tweet ed evitato di rilasciare commenti.

Questa e altre notizie nella sezione News di CiakClub.it

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here