La carriera registica di Denzel Washington era iniziata un po’ in sordina. Aveva esordito nel 2002, in contemporanea al suo secondo Oscar, con Antwone Fisher, dramma su un marinaio schiavo dei propri attacchi di collera. Nonostante una buona accoglienza critica, il film era passato inosservato. Un po’ meglio gli è andata nel 2007, con la sua opera seconda, The Great Debaters – Il potere della parola, che arrivò a essere candidato al Golden Globe come Miglior film drammatico. Ma nonostante ciò, anche questo film non fu molto fortunato al box office.

Washington ha così interrotto per molti anni la propria esperienza registica, e la sua terza prova è arrivata solo dopo quasi dieci anni, nel 2016: Barriere. Si è trattata però della volta buona: accolto trionfalmente, ha vinto un Oscar per la Miglior attrice non protagonista, Viola Davis, ed era candidato ad altre tre statuette, tra cui quella per il Miglior film.

Fences

Mentre è ora candidato come Miglior attore per Roman J. Israel, Esq., la carriera registica di Denzel Washington pare ripartita a pieno regime. Ha infatti iniziato lo sviluppo del suo nuovo film, che sarà tratto dal best seller A Journal of Jordan. Washington ha affidato la scrittura della pellicola a Virgil Williams, sceneggiatore diventato celebre con Criminal Minds, ma che quest’anno concorrerà agli Academy Award per la sua sceneggiatura di Mudbound.

Il film sarà un biopic, e racconterà la straziante storia vera del sergente maggiore Charles Monroe King. King era dovuto partire per l’Iraq poco dopo la nascita del figlio Jordan, e si era ripromesso di scrivere un libro da lasciare al figlio contenente testimonianze della sua vita e insegnamenti morali, nel caso non fosse tornato a casa vivo. Il sergente King morì davvero in guerra, e la moglie, la giornalista Dana Canedy, ha trasformato il manoscritto del marito in un libro di enorme successo.

LEGGI ANCHE  Black Mirror 5: ecco i trailer e le sinossi degli episodi (VIDEO)

A Journal of Jordan

Le informazioni sul film sono finora limitatissime, ma Washington, oltre a dirigere, produrrà A Journal of Jordan, assieme a Todd Black, che già aveva lavorato con lui a Barriere. Denzel Washington spera evidentemente di replicare il successo del suo precedente film, e in effetti i presupposti ci sono tutti.

Questa e altre notizie su CiakClub.it!

Marcello Bonini

Marcello Bonini

Scrivo, giro cortometraggi, faccio teatro. Nel tempo libero sopravvivo.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments