The Marvelous Mrs Maisel: recensione della serie vincitrice ai Golden Globes

0
947

La serie TV Comedy dell’anno è stata premiata con due Golden Globes come miglior serie comedy e miglior attrice a Rachel Brosnahan.

New York, 1958. Miriam “Midge” Maisel è una casalinga ebrea che vive in un mondo dai toni pastello accesso, cercando di rendere perfetto tutto ciò che la circonda, in primis la vita del marito Joel, di cui lei è molto innamorata. La sua dedizione e il suo impegno nel compiacere il marito la costringono a una vita di sacrifici, di continue misurazioni e trattamenti. Il suo asservimento si estende anche alle passioni del marito: Midge infatti lo aiuta nel suo tentativo di diventare un comico professionista e tiene un taccuino su cui annota idee per lo spettacolo e statistiche di gradimento del pubblico.

Marvelous Mrs. Maisel

Una semina nemmeno troppo nascosta viene data nella primissima scena della pilot, quando Midge, il giorno delle sue nozze, sconvolge gli invitati con un brindisi irriverente. Il turning point arriva poco dopo, quando Joel decide di andarsene da casa rivelando una relazione extraconiugale con la sua segretaria. Midge, sconvolta e ubriaca, sale sul palco del Comedy Club su cui il marito aveva fallito poche ore prima e si esibisce in uno spettacolo di stand-up divertente e sfrontato che finisce con il suo arresto.

Già dalla sola visione dei primi 30 minuti della pilot, la serie rivela quali saranno le tematiche e il mood della storia. Amy e Daniel Palladino decidono di muoversi su due fronti comunicativi: da una parte la scrittura di scene vispe e comiche, dall’altra fotografia, regia e costumi che si modificano in base alla storia. È così che vediamo personaggi colorati che vivono in mondi fiabeschi nei borghi ricchi della città, affiancati da una metropoli monotonale e povera. La Marvelous Mrs.Maisel si trova a dover vivere due vite diametralmente opposte: da una parte la gentile Miriam, figlia e moglie di ricchi, in un quartiere ricco, circondata da amici superficiali. Dall’altra la New York peccatrice in cui vivere è difficile e il pericolo è dietro l’angolo.

Marvelous Mrs. Maisel

Nonostante l’impronta comedy della serie, The Marvelous Mrs. Maisel presenta alcune verità sconcertanti e si fa portatrice di una denuncia sociale che, anche se mostrata a 50 anni di distanza da oggi, sembra essere la caricatura di un problema che esiste tutt’ora. Oggigiorno non è strano che una donna lavori né una coppia si separi, ma alcune attitudini artistiche vengono attribuite più facilmente al genere maschile, come la capacità di far ridere la gente. La serie è costruita su una comicità raffinata, i tempi comici serrati e rapidi, gli stereotipi usati per far procedere la narrazione. Anche gli stessi cliché sono accettabili, perché integrati in una narrazione che utilizza gli eccessi e li getta addosso al pubblico che inevitabilmente si ritrova a ridere delle situazioni esagerate ma verosimili di una metropoli degli anni 60.

Marvelous Mrs. Maisel

The Marvelous Mrs. Maisel verrà distribuita con il doppiaggio italiano il 26 Gennaio su Amazon Video. Nel frattempo i cantieri per una stagione 2 sono già stati allestiti.

INT – CASA – NOTTE
È notte fonda. Simone, sceneggiatore ossessionato dal suo lavoro, sta battendo a macchina la sua ultima idea. Quando qualcuno bussa alla sua porta…

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here