Amazon potrebbe non distribuire il nuovo film di Woody Allen

Dopo le rinnovate accuse ad Allen, la piattaforma digitale starebbe valutando la possibilità di non portare nelle sale A Rainy Day in New York.

0
1140
Woody Allen

Non si ferma la bufera su Woody Allen. Da quando sono riemerse nei suoi confronti le vecchie accuse di molestie e pedofilia, alimentate da un articolo del Washingston Post e da Dylan Farrow, figlia adottiva di lui e Mia Farrow, che nel 1992 accusò il padre di averla violentata, ogni giorno ha portato ad Allen nuovi guai.

Da allora tante attrici e tanti attori che con lui hanno lavorato hanno preferito prendere le distanze, e persino buona parte del cast del suo nuovo film, A Rainy Day in New York, ha dichiarato che devolverà il proprio compenso alle campagne contro le molestie. L’unico ad averlo difeso pubblicamente è stato Alec Baldwin, ma ormai Woody Allen è l’ultima star di Hollywood ad essere divenuta un intoccabile.

Farrow

Questo preoccupa non poco Amazon. L’azienda statunitense è il nuovo partner di Allen, al quale ha prodotto e distribuito il suo ultimo lavoro, La ruota della fortuna, cosa che dovrebbe fare anche con A Rainy Day in New York. Il condizionale però è d’obbligo, poiché la possibilità che Amazon decida di non distribuire il film, che è ormai già pronto, non è così remota.

Hollywood sta disperatamente cercando di ripulirsi e purificarsi dopo l’ondata di scandali sessuali che l’ha travolta a partire dall’esplosione del caso Weinstein, e ad Amazon l’idea di essere associata a un uomo pubblicamente considerato un molestatore di minorenni certo non piace. Secondo un’anonima fonte interna, infatti, A Rainy Day in New York potrebbe non vedere mai la luce, o, più probabilmente, potrebbe essere confinato sulla piattaforma di streaming senza raggiungere i cinema né ricevere alcuna pubblicità.

A  Rainy Day in New York

Poco importa che ogni perizia effettuata abbia sostenuto che non ci sia stata alcuna molestia, poco importa che ci siano forti sospetti che Dylan sia stata plagiata da Mia Farrow per vendicarsi del tradimento di Allen con l’altra figlia adottiva della donna, Soon Yi Previn, come sostiene Moses Farrow, figlio adottivo di Allen e Farrow. Il processo mediatico ha deciso che Allen è colpevole e Amazon non può certo mettersi contro il pubblico. Certo non aiuta il fatto che A Rainy Day in New York parli proprio della relazione extraconiugale di un uomo con una minorenne, fatto sta che che dopo 25 anni di regolare presenza nelle sale, il 2018 potrebbe essere il primo anno senza un film di Woody Allen.

Questa e altre notizie su CiakClub.it!

Scrivo, giro cortometraggi, faccio teatro.
Nel tempo libero sopravvivo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here