Stan Lee accusato di molestie sessuali dalle sue infermiere

Anche Stan Lee nel ciclone degli abusi. La ricostruzione dei fatti tramite una testimonianza anonima.

0
1395
Stan Lee

Nel mondo del cinema continuano a impazzare le accuse per molestie. Dopo i Golden Globes, cerimonia attraverso la quale diverse attrici e attori hanno preso una posizione di protesta, le polemiche sembrano addirittura aumentate. Prima è stato il turno di James Franco, vittima di accuse molto pesanti da parte di due attrici con cui ha lavorato. Anche Stan Lee, ora, è finito nel ciclone degli abusi.

Stan Lee
Il fumettista alla premiere di Civil War

Il padre della Marvel, secondo le accuse, avrebbe avuto dei comportamenti non appropriati nei confronti di alcune infermiere assunte per prendersi cura di lui. La notizia è stata riportata dal Daily Mail. Le accuse a Stan Lee sono state mosse dalla società di assistenza privata che ha seguito il celebre fumettista fino a dicembre 2017. Il sito online ha reso noti i fatti raccontati da un misterioso testimone, il cui nome è rimasto segreto: “Stan è un vecchio uomo, che apparentemente ha perso la sua strada. Sembra non preoccuparsi di ciò che la gente pensa di lui e non ha più filtri. Nella sua casa di West Hollywood c’è stato un flusso di giovani infermiere e lui le ha molestate. Lo trova divertente”. Queste le forti dichiarazioni del testimone, che poi è entrato sempre più nel dettaglio: “Va in giro nudo ed è volgare nei confronti delle donne. Chiede loro sesso orale mentre è sotto la doccia e vuole essere soddisfatto quando è in camera da letto. Usa termini volgari in loro presenza. Allunga le mani e ha palpeggiato alcune infermiere. È un comportamento inaccettabile, soprattutto da un’icona come Stan”.

La titolare dell’azienda avrebbe ricevuto diverse lamentele dalle sue dipendenti. Stanca della situazione, sarebbe poi intervenuta fino a far arrivare la notizia alla stampa, dopo essersi lamentata direttamente con il fumettista.

Stan Lee
Un’altra immagine di Lee in un evento pubblico

Secondo il quotidiano, inoltre, l’avvocato di Lee, Tom Lallas, avrebbe smentito e rispedito al mittente le accuse in maniera categorica. Queste le sue parole: “Il signor Lee nega categoricamente queste accuse false e spregevoli e intende dare battaglia per proteggere il suo buon nome planetario e il suo comportamento impeccabile. Non ci risulta che sia stata intentata una causa civile, né che sia stata sporta denuncia alla polizia, che sarebbero le azioni più appropriate quando ci sono dei presupposti fondati. Invece, il signor Lee ha ricevuto richieste di soldi ed è stato minacciato che, se non pagherà, gli accusatori si rivolgeranno alla stampa”.

Il legale ha poi concluso: “Stan Lee non resterà vittima di estorsione o ricatto e non pagherà alcunché, perché non ha fatto assolutamente niente di male”.

Nato a Roma. Giornalista sportivo e cinematografico. Studioso e appassionato della Settima Arte e della letteratura da sempre. È tutto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here