Ridley Scott: Blade Runner 2049 è troppo lungo

0
1359

Durante un’intervista per Vulture, il regista e produttore cinematografico britannico, Ridley Scott, ha raccontato di come ha effettuato le riprese tempestive di Tutti i soldi del mondo, che ha visto la sostituzione dell’attore Kevin Spacey con Christopher Plummer, per la parte di Jean Paul Getty, dopo le accuse di molestie sessuali che hanno travolto quest’ultimo.

L’intervista poi non ha potuto che toccare il caso di Blade Runner 2049, l’ultimo film del canadese Denis Villeneuve,  di cui potete leggere una nostra recensione qui, sequel dell’omonimo film di Scott stesso del 1982, molto elogiato dalla critica ma rilevatosi un grande fallimento al botteghino. Il regista che ha prodotto e co-sceneggiato, senza essere accreditato, direttamente e senza giri di parola, si incolpa per le ragioni del flop: “Devo fare attenzione a quello che dirò. Devo fare attenzione a quello che dirò. Era dannatamente troppo lungo. Mi venga un colpo! E buona parte della sceneggiatura è mia. Mi siedo con gli scrittori per un tempo spropositato e io non mi prenderò il merito, perché significa che devo sedermi lì con un registratore mentre parliamo. Non posso farlo ad un buon sceneggiatore. Ma devo, per dimostrare che faccio parte del processo effettivo, devo quindi avere una quantità infinita di prove, e non posso essere disturbato.”

Ridley Scott
Blade Runner 2049

Scott proseguendo ha parlato di come l’idea principale del film sia stata tutta un’opera sua, ma precedentemente aveva già affermato che personalmente avrebbe tolto più di 30 minuti dal film, ma la studio si è affidato alla visione di Villeneuve, essendo lui il regista. Concludendo, alla domanda se gli è stato proposto di dirigere un film della saga di Star Wars, in modo sempre schietto ha risposto: “No, sono troppo pericoloso per quello. Perché so quello che faccio. A loro piace avere il controllo e a me piace avere il controllo sul mio lavoro.”

Questa e altre notizie nella sezione News di CiakClub.it

 

Nato a Roma, classe 1991.
Non molto bravo nelle autodescrizioni.
Sono un semplice appassionato a qualunque genere di immagine-movimento sullo schermo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here