10 film con Michael Caine (non di Nolan) che dovresti proprio vedere

Michael Caine esordisce al cinema nel 1950, con una serie di film in cui addirittura compare non accreditato. Nella sua lunghissima carriera ha raggiunto due volte gli Oscar - come attore non protagonista - e la notorietà grazie a Cristopher Nolan che lo ha reso il suo feticcio. Ecco 10 film in cui potreste non ricordarvi di Michael Caine!
Michael Caine nelle scene dei film: Rumori fuori scena, I lunghi giorni delle aquile, I figli degli uomini, Quills - La penna dello scandalo

Se vi chiedessimo di pensare a Michael Caine, proprio oggi 14 marzo che è il suo compleanno, quali film vi verrebbero in mente? Di sicuro i titoli di Cristopher Nolan, che di Caine ha fatto il suo feticcio. E quindi Tenet, Il cavaliere oscuro ma anche Batman Begins e The Prestige. Potrebbero, poi, tornarvi alla memoria quei film in cui è il protagonista principale – basterebbero The Youth di Sorrentino, Now You See Me o L’ultimo libro fra i più recenti. Ma Maurice Joseph Micklewhite, in arte Michael Caine, oggi compie 91 anni e soltanto lo scorso anno ha annunciato il suo ritiro dalle scene: ci ha lasciato con una lunghissima carriera alle spalle, fra cui oggi vogliamo spulciare 10 film meno noti – o in cui la sua presenza ci stupisce più che in molti altri!

Sette volte donna

Michael Caine in una scena de film Sette volte donna

Ben prima che Paolo Sorrentino nel 2015, un altro italiano ha diretto Michael Caine in suo film – e sono gli unici due. Siamo nel 1967 e Vittorio De Sica sceglie Caine per un personaggio del suo film Sette volte donna – pellicola antologica, per cui il festeggiato di oggi compare nel suo primo episodio (Snow). Le sette donne di tutti e sette gli episodi sono interpretate unicamente da Shirley MacLaine e, nel primo segmento, Michael Caine interpreta un anonimo e timido corteggiatore che la insegue e si rivelerà essere un detective privato inviato dal marito di lei.

I lunghi giorni delle aquile

Michael Caine in una scena del film I lunghi giorni delle aquile

Ben prima di Dunkirk, invece, Caine è stato protagonista di un classico film di guerra, diretto dal regista e produttore di quattro capitoli di James Bond. Si tratta di Guy Hamilton e il film in questione s’intitola I lunghi giorni delle aquile, del 1969. Il dato più interessante è che il film è ambientato durante la Seconda guerra mondiale e inizia proprio con una scena nella spiaggia di Dunkerque. 48 anni dopo Cristopher Nolan realizzerà il suo film sull’evacuazione Dunkerque e vorrà – anche se solo per un cameo – la voce di Michael Caine nel suo film.

Il caso Drabble

Delphine Seyrig e Michael Caine in una scena del film Il caso Drabble

Dalla guerra al poliziesco d’azione, diretto da uno dei maestri del cinema di genere americano. Stiamo parlando di Don Siegel, regista fortemente legato a Clint Eastwood. Con Eastwood Siegel ha intrapreso un sodalizio artistico che ha portato alla realizzazione di quattro film (da Brivido nella notte in poi), ma soprattutto alla creazione del personaggio di Harry Callaghan. Il debito di Eastwood nei confronti di Siegel fu talmente grande che nel 1992 il regista de Gli spietati gli dedicò l’Oscar appena conquistato. Fra un ruolo di Clint Eastwood e l’altro, il regista de L’invasione degli ultracorpi nel 1974 realizza questo film che è un thriller poliziesco e affida proprio a Michael Caine il ruolo dell’ispettore John Tarrant.

Vestito per uccidere

Angie Dickinson e Michael Caine in una scena del film Vestito per uccidere

Proseguiamo col thriller, in una collaborazione con un altro grande maestro del genere – erede diretto di Alfred Hitckook. Si tratta di Brian De Palma, regista fra gli altri di Scarface, che nel 1980 realizza Vestito per uccidere e sceglie Michael Caine per il ruolo del dottor Robert Elliott. Nel film il medico, uno psichiatra che lavora a New York, viene avvicinato da Kate Miller – che cerca in tutti i modi di sedurlo. Da qui il film inizia a scavare su tortuose dinamiche riguardo la sessualità, l’inganno, l’inquietudine psicologica, realizzando un thriller figlio dello stile inconfondibile del suo regista.

Trappola mortale

Christopher Reeve e Michael Caine in una scena del film Trappola mortale

Ancora il genere thriller, ma questa volta un film rispetto al quale forse avrete sentito parlare di Michael Caine. Sì, perché Sidney Lumet (il regista di Assassinio sull’Orient Express) nel 1982 dirige Trappola mortale, Caine ne è il protagonista e finisce al centro delle polemiche per la scena di un bacio gay con Christopher Reeve – che non era presente nel testo teatrale originale da cui il regista ha tratto la sceneggiatura, aggiungendola di suo pugno. I due, nel film, interpretano un regista di commedie senza ispirazione (Caine) e un ex alunno che gli propone un lavoro allettante con il fine macabro di ucciderlo e prendersi i meriti dello spettacolo (Reeve).

Hannah e le sue sorelle

Michael Caine e Barbara Hershey in una scena del film Hannah e le sue sorelle

Ma che Michael Caine avesse recitato in un film diretto e interpretato da Woody Allen? Lo ricordavate? Si tratta di Hannah e le sue sorelle e Caine ha vinto addirittura il primo dei suoi due Oscar, come Miglior Attore non Protagonista. Nonostante sia uno dei successi economici più grandi di Allen, nella filmografia del regista a volte passa in secondo piano – e per questo Caine con lui. L’attore interpreta Elliot, il nuovo marito di Hannah, dopo che si è lasciata con Mickey, interpretato con Allen in persona. Elliot, però, annoiato dal suo matrimonio, si invaghisce della sorella della moglie, Lee, che nel frattempo si sta stancando di Frederick e cede ai corteggiamenti del cognato che – alla fine – finirà per tornare da sua moglie.

Rumori fuori scena

Michael Caine e Mark Linn-Baker in una scena di Rumori fuori scena

Più di una volta, in questi film che stiamo riesumando dalla carriera di Michael Caine, sono tornati suoi ruoli metacinematografici. Personaggi che fanno il regista, il commediografo e che trovano l’espressione massima in Rumori fuori scena – una storia simpatica a proposito di una compagnia teatrale che fatica a mettere su uno spettacolo. Peter Bogdanovich dirige questo film che è una collezione di gag e Caine interpreta il regista della commedia nella commedia (un Asteroid City ante litteram). Il titolo dello spettacolo sarebbe Nothing On e il buffo e ironico Lloyd Dallas mentre è alle prese con le scene è il vertice del triangolo con la giovane attrice senza esperienza Brooke e Poppy, assistente di scena che aspetterà un figlio da Lloyd.

Sfida tra i ghiacci

Michael Caine in una scena del film Sfida tra i ghiacci

Da una commedia, proseguendo fra i titoli meno appariscenti della filmografia di Caine, torniamo al genere d’azione. In Sfida tra i ghiacci, del 1994, l’attore recita accanto a Steven Seagal, che è anche il regista del film. Michael Caine col suo ruolo di “cattivo” della storia rende questo film uno dei migliori di Seagal – sebbene la trama risulti un po’ pesante e la tematica dell’ecologia finisca in secondo piano oscurata dalla (forse troppa) azione gratuita. Caine interpreta un intransigente e spudorato Amministratore Delegato di una compagnia petrolifera con base in Alaska che decide di utilizzare apparecchiature difettose pur di garantire il profitto.

Quills – La penna dello scandalo

Joaquin Phoenix e Michael Caine in una scena del film Quills - La penna dello scandalo

Philip Kaufman nel 2000 realizza un film incredibile sulla vita del Marchese De Sade, interpretato da Geoffrey Rush nei suoi anni in manicomio durante i quali si dedicava alla scrittura di romanzi pornografici – considerati immorali e scandalosi dalla Francia di Napoleone. In questo film in cui a spiccare è senza dubbio Rush, Michael Caine interpreta – accanto a Kate Winslet e Joaquin Phoenix – lo psichiatria Royer-Collard, principale oppositore di De Sade. Incaricato da Napoleone in persona, il medico ha il compito di torturare il marchese perché taccia e non diffonda le sue storie. Eserciterà tutto il suo potere sull’abate du Coulmier, il religioso che gestisce il manicomio.

I figli degli uomini

Michael Caine, Pam Ferris e Clive Owen in una scena del film I figli degli uomini

Il film che, almeno per genere, più si avvicina al Michael Caine nolaniano è – fra quelli della nostra lista – I figli degli uomini, diretto da Alfonso Cuarón. Si tratta di un film fantascientifico e distopico, nel quale Caine interpreta Jasper – coprotagonista accanto a Clive Owen. I due amici si alleviano la reciproca pena di vivere su un pianeta in cui, da 18 anni, non nasce nessun essere umano. Almeno finché un gruppo di terroristi non rapisce Teo (Owen) e Jasper (Caine) cerca di scappare dai nemici e liberare il suo compare.

Quanti di questi film con Michael Caine ti erano sfuggiti? Speriamo che almeno uno vi abbia incuriosito: sapete come festeggiare il suo compleanno stasera!

Facebook
Twitter