Il Trono di Spade: Martin assicura che il finale della serie non influirà sui libri

George R.R. Martin, autore de Il Trono di Spade, ha confermato che il finale della serie TV non influirà su quello scelto per i libri

0
1867
Trono di Spade

George R.R. Martin, acclamato autore de Il Trono di Spade, torna a parlare, dopo l’ultima uscita pubblica in cui aveva definito la rete ed i fan della serie TV “tossici”. Il motivo di queste dichiarazioni forti, naturalmente, riguardava le ferocissime polemiche scatenate dal finale dell’ottava ed ultima stagione della serie, reputata da molti fan deludente e raffazzonato, al punto da aver generato una chiacchieratissima petizione affinché la stagione venisse rifatta da capo.

Stavolta, il flemmatico scrittore statunitense, che deve ancora pubblicare gli ultimi due volumi della saga del Trono di Spade, nota anche come Cronache del Ghiaccio e del Fuoco (l’ultimo risale ormai al 2011), ha approfittato di un’intervista per rivelare alcune informazioni sul finale che ha in mente per i suoi pazienti lettori.

Non è cambiato nulla” – ha riferito Martin, rispondendo ad una domanda circa la possibile influenza del finale della serie su quello dei libri – “Come dice Rick Nelson in Garden Party, che è una delle mie canzoni preferite, non puoi accontentare tutti, devi accontentare te stesso.”

Il finale della serie del Trono di Spade, dunque, non dovrebbe affatto influenzare quello dei libri; in precedenza, i criticatissimi sceneggiatori dell’ultima stagione del prodotto HBO avevano confermato di aver seguito indicazioni dell’autore riguardanti il finale dell’opera.

Martin ha altresì dichiarato: “La serie avrebbe dovuto spronarmi a scrivere, ma in realtà mi rallentava, e anche nei giorni positivi – tre o quattro pagine – pensavo che avrei dovuto scriverne quaranta, che dovevo finire i libri. Adesso che la serie si è conclusa, invece, posso seguire il ritmo che preferisco. Ci sono ancora giorni buoni e meno buoni, ma lo stress è diminuito”.

Il nostro, insomma, ha espresso sentimenti per certi versi ambivalenti verso il Trono di Spade. Non resta, per i fan dei libri, che aspettare (ancora molto, probabilmente) prima di sapere se, anche su carta stampata, gli eventi mostreranno quanto accaduto fra Grande Inverno ed Approdo del Re.

Nato a Roma nel 1990, è un assiduo divoratore di libri, film, serie TV, musica rock ed ogni prodotto capace di lasciare un segno.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here