George R. R. Martin parla dopo le polemiche: “Internet è tossico”

George R. R. Martin parla del web dopo le diverse critiche circa l'ultima stagione de Il Trono di Spade e definisce Internet "tossico".

0
377
george

A distanza di poco più di un mese dalla fine dell’ultima stagione de Il Trono di Spade, le critiche non si arrestano ed ancora si continua a parlare della serie. Non tutti i fan, difatti, sono stati convinti dalle scelte di questo ultimo episodio, sia da un punto di vista di narrazione sia di andamento della stagione stessa ed il web è stato invaso di commenti negativi. Ed è proprio per questo motivo che l’autore dei romanzi su cui si basa la serie, George R. R. Martin, ha sbottato e lo ha fatto durante un suo intervento al podcast Maltin on Movies. Ma andiamo con ordine.

Leonard Maltin, il critico cinematografico della trasmissione, assieme alla figlia Jessie, ha sollevato la questione di come il web abbia permesso ai fan di esprimere maggiormente le proprie opinioni durante il suo programma con ospite George R. R. Martin.

george

L’autore da una parte ha riconosciuto l’importanza di Internet come rete di scambio, ma allo stesso tempo ha anche affermato: “Internet è tossico in un modo che la vecchia cultura delle fanzine e i fandom non lo erano. Anche prima c’erano fazioni e divergenze, ma niente come la follia che si vede [oggi] su internet”.

Pur non facendo esplicito riferimento alla petizione firmata da oltre un milione e mezzo di persone che ha definito gli ideatori de Il Trono di Spade come “miseramente incompetenti”, è probabile che un po’ di amaro un bocca per quest’ultima vicenda abbia contribuito al far emergere di queste parole. Infine, George R. R. Martin si è rivolto anche ai prequel di cui si sta tanto parlando ultimamente: “La portata del successo che Il Trono di Spade ha riscosso non è qualcosa che qualcuno sarebbe capace di garantire e non è qualcosa che mi aspetto di sperimentare di nuovo”.

Per tutte le news sul mondo del cinema continua a seguirci su CiakClub.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here